rotate-mobile
Attualità

Madonna delle Grazie, festa speciale per la Diocesi: primo anno da vescovo per monsignor Maffeis

In occasione della ricorrenza mariana gli verrà conferito il pallio degli arcivescovi metropoliti dal Nunzio apostolico

La comunità diocesana di Perugia-Città della Pieve si appresta a celebrare l’annuale Festa della Madonna delle Grazie, il 12 settembre, nella cattedrale di San Lorenzo dove è molto venerata la splendida icona mariana dipinta da un allievo del Perugino su una colonna della navata centrale. Da domenica 3 a lunedì 11 settembre (ore 17.30), si terrà la Novena di preparazione con la recita del s. rosario e a seguire la s. messa. Sempre lunedì 11, giorno della vigilia della festa, si terrà anche la celebrazione dei Primi Vespri.

In programma ci sono diversi eventi religiosi e culturali, che vedono protagonisti anche giovani e famiglie, dal 12 al 17 settembre, "per una festa speciale – la definisce il vicario generale don Simone Sorbaioli –, per il compimento del primo anno di episcopato di monsignor Ivan Maffeis. Il nostro arcivescovo ricevette l’ordinazione episcopale l’11 settembre 2022 e contestualmente prese possesso canonico dell’Archidiocesi metropolitana, un segno di novità per l’intera comunità cristiana perugino-pievese".

Il programma di tutti gli eventi è consultabile-scaricabile sul sito diocesano al link: https://diocesi.perugia.it/madonna-delle-grazie-2023-una-festa-speciale-per-il-primo-anno-di-episcopato-di-mons-maffeis/

In occasione della ricorrenza mariana verrà conferito a mons. Maffeis il pallio degli arcivescovi metropoliti dal Nunzio apostolico in Italia, monsignor Emil Paul Tscherring, in rappresentanza del Santo Padre, durante la solenne concelebrazione eucaristica di martedì 12 settembre (ore 18) a cui parteciperanno anche i vescovi delle Diocesi suffraganee della Metropolia (Assisi, Città di Castello, Foligno e Gubbio).

Il 12 settembre sarà una giornata molto significativa anche per la “consegna” della prima Lettera pastorale dell’arcivescovo Maffeis alla comunità diocesana dal titolo: Il coraggio dei passi. Sarà disponibile sul sito diocesano dal 12 settembre (è consultabile una breve presentazione-anticipazione al link già segnalato).

L’incontro con i giovani. Altro importante appuntamento è l’incontro di mons. Maffeis con tutti i giovani che hanno partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) di Lisbona, in calendario giovedì 14 settembre (ore 21), nella chiesa parrocchiale di San Sisto. Sarà un’occasione per ascoltare le loro esperienze da cui ripartire e aiutarli a testimoniare nella vita il loro essere cristiani.

Comunicazione e reciprocità. Non mancherà neppure l’appuntamento culturale, la presentazione del libro Comunicazione e reciprocità di Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero della Comunicazione della Santa Sede, venerdì 15 settembre (ore 17.30), nella Sala “San Francesco” dell’Arcivescovado, a cui interverranno, oltre l’autore, mons. Maffeis e alcuni giornalisti. Si affronterà il tema dell’«intelligenza artificiale» che «minaccia di cambiare radicalmente se non di sostituire il ruolo dei giornalisti e dei comunicatori».

La Giornata delle famiglie. Si terrà domenica 17 settembre, nel complesso monumentale dell’“Isola San Lorenzo” della Cattedrale. La Giornata inizierà con la celebrazione eucaristica (ore 11), presieduta dall’arcivescovo Maffeis, dove saranno rinnovati i mandati delle equipe parrocchiali dei corsi di preparazione al matrimonio.

La “calata” del Santo Anello. Per l’occasione ci sarà anche l’ostensione, più conosciuta come la “calata” del Santo Anello, sempre il 17 settembre (ore 10.30), l’antico prezioso monile giunto a Perugia 550 anni fa, diventato nei secoli “simbolo” che rinvia al fatto storico del matrimonio di Maria e Giuseppe, quindi all’origine della famiglia cristiana.

La consacrazione all’Ordo Virginum. Il 17 settembre, durante la celebrazione in San Lorenzo presieduta da mons. Maffeis, si terrà il rito di consacrazione all’Ordo Virginum di Antonella Papalini. L’Ordo Virginum in Umbria conta venti consacrate e il loro servizio alla Chiesa e al mondo è prima di tutto quello della consacrazione, che trova radice nel Battesimo e il proposito di castità espresso diviene segno della sponsalità che lega la Chiesa a Cristo sposo.

La Pala di Sansepolcro del Perugino. La Festa della Madonna delle Grazie non trascura neppure l’evento del V Centenario della morte di Pietro Vannucci, detto il Perugino (1523-2023), ricordando che è visitabile fino al 17 settembre, presso il Museo del Capitolo della Cattedrale, l’opera della Pala di Sansepolcro. Realizzata dal Perugino per la Cattedrale di Sansepolcro, raffigura l’Ascensione di Cristo, ovvero il momento della salita di Gesù al Cielo, avvenuta quaranta giorni dopo la Resurrezione.

Segni di Cava. Sempre a settembre, dal 7 al 10 (alle ore 18.00 e alle ore 19.30), il Museo della Cattedrale propone l’iniziativa dal titolo “Segni di cava”. Una visita attraverso musica e suggestioni teatrali, alla scoperta dalle pietre vive dell'area archeologica della Perugia sottostante l’“Isola San Lorenzo”.  Il Museo è visitabile tutti i giorni dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.00. Per informazioni e prenotazioni: 075 5724853; isolasanlorenzo@genesiagency.it .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madonna delle Grazie, festa speciale per la Diocesi: primo anno da vescovo per monsignor Maffeis

PerugiaToday è in caricamento