menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Madonna Alta, la richiesta: rimettere l’orologio e il termometro dell’ex Cassa di Risparmio

C’erano una volta quei due segni, visibili da lontano. Tuttora, essendo stati tolti (in nome di quale modernità?), qualcuno ne sente la mancanza

Non solo nostalgia, ma richiesta d’identità. Rimettere l’orologio e il termometro dell’ex Cassa di Risparmio, sede centrale in Madonna Alta.

Lo chiede la lettrice Nirvana Castellini, (Nirvy Verzini nel profilo fb), amante di memorie perugine e legata alla meritoria Associazione Aned Umbria.

In effetti, quando in quel grande palazzo bianco di Madonna Alta si scorgevano le due indicazioni (orario e temperatura), i perugini le vantavano come segno di modernità. Perché la Banca era allora fortemente connotata in senso locale e tutti ce ne sentivamo parte. Poi le trasformazioni, le economie di scala, gli assorbimenti, il concetto di home banking hanno finito col sopprimere questi tratti identitari.

C’erano una volta quei due segni, visibili da lontano. Tuttora, essendo stati tolti (in nome di quale modernità?), qualcuno ne sente la mancanza. Scrive la Verzini: “Sto pensando a Babbo Natale, se potesse rivolgersi alla Fondazione Cassa di Risparmio chiedendo di ripristinare, nel palazzo della Banca Unicredit di Madonna Alta, l’orologio ed i gradi della temperatura tanto utili”.

Aggiunge: “Mi mancano molto e non solo a me, ma a tante altre persone. Lo chiesi a suo tempo, ma risposero che non ne avevano possibilità”.

È forse chiedere troppo? Chissà se i vertici Unicredit vorranno assecondare questo ripristino? Che non è solo nostalgia, ma riappropriazione di identità. In senso simbolico, s’intende! Ma non è forse vero che la vita è fatta di simboli?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento