Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità Madonna Alta

Madonna Alta ha un nuovo punto di riferimento, ecco il centro servizi

Scoccia e Cicchi: "L'amministrazione ha puntato sull’integrazione fra riqualificazione urbana e politiche sociali"

Il Comune di Perugia annuncia che "il Centro Servizi socio-culturali e Family Hub di Madonna Alta, realizzati nell’ambito del Piano periferie, saranno destinati alle azioni sociali previste da Agenda Urbana relative a tre linee di intervento: educativa territoriale, Family Hub, innovazione sociale". La decisione è stata presa dalla giunta Romizi, su proposta degli assessori all’urbanistica, Margherita Scoccia, e alle politiche sociali, Edi Cicchi.

Gli interventi previsti dal progetto generale di riqualificazione urbana “Sicurezza e sviluppo per Fontivegge e Bellocchio”, sottolinea Palazzo dei Priori, "vengono così a integrarsi con quelli già avviati con i fondi della cosiddetta Agenda urbana. In tal modo, la creazione di un luogo architettonicamente qualificato si accompagna a interventi che stimolano la coesione e il protagonismo sociale nel cuore del quartiere Bellocchio-Madonna Alta".

I lavori "per il nuovo centro di quartiere dedicato all’associazionismo familiare e sportivo, iniziati nel giugno 2020, sono stati completati in un anno. L’edificio esistente è stato riqualificato e ampliato grazie alla connessione con un nuovo corpo di fabbrica. Quest’ultimo è articolato su due piani. Il piano terra, diviso in tre grandi spazi, ma progettato in modo tale da poter essere ulteriormente suddiviso, è destinato alle forme di associazionismo familiare (Community Hub), tra le quali rientra il Family hub previsto dal Progetto Agenda Urbana. Il primo piano, pensato come un grande open space suddividibile in due spazi distinti, è destinato alle forme di associazionismo sportivo (Activity Hub)", spiega il Comune di Perugia.

Gli spazi, prosegue il Comune, saranno temporaneamente utilizzati dal Consorzio Auriga Perugia, dall’associazionismo familiare rappresentato da Acli e dalla rete di innovazione sociale della cooperativa Borgorete, che hanno già avviato le proprie attività rivolte a tutta la cittadinanza, e in particolare a bambini, famiglie e giovani, nel territorio di Madonna Alta, Fontivegge e Bellocchio, interessato dal Progetto Agenda Urbana 2014-2020".

“L’amministrazione – sostengono gli assessori Scoccia e Cicchi – ha puntato sull’integrazione fra riqualificazione urbana e politiche sociali. Oltre al recupero dei luoghi, è infatti necessario creare le premesse per renderli centri di relazioni capaci di animare i quartieri, di renderli vivibili e di prevenire situazioni di degrado”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madonna Alta ha un nuovo punto di riferimento, ecco il centro servizi
PerugiaToday è in caricamento