rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Attualità

INVIATO CITTADINO Ma quante belle cose abbiamo nei depositi dei Musei cittadini. È ora di tirarle fuori

L'esposizione nasce dall’idea di valorizzare una minima parte dell’immenso patrimonio culturale conservato nei magazzini dei musei archeologici statali dell’Umbria

Ma quante belle cose abbiamo nei depositi dei Musei cittadini. È ora di tirarle fuori e dare loro una spolverata. Si ispira a questo aureo indirizzo la mostra che si aprirà il 31 ottobre, alle ore 16:30, al Museo archeologico nazionale dell’Umbria. Si tratta di autentiche magnificenze. Tanto che il concetto si intercetta dal titolo stesso “Magnifica Graeca. Capolavori greci dai magazzini dei musei dell'Umbria”. Ne sono curatori, appassionati e competenti, la direttrice del museo Luana Cenciaioli e l’archeologo Marco Sofia.

L'esposizione nasce dall’idea di valorizzare una minima parte dell’immenso patrimonio culturale conservato nei magazzini dei musei archeologici statali dell’Umbria.

Gli oggetti in mostra costituiscono solo una piccolissima selezione di alcune importazioni dell’artigianato ceramico del mondo greco, fra il VI e il V secolo a.C. I materiali sono giunti in varie parti d’Etruria, in particolare a Orvieto. “Si tratta – osservano i curatori – di un viaggio ideale che parte dalle odierne coste della Turchia, un tempo costellate di colonie greche. In esposizione, opere decorate con la tecnica delle figure nere, altre derivate dalle colonie occidentali di Calcide e altre ancora, ateniesi, realizzate con la tecnica delle figure rosse”.

I materiali si dipanano fino al IV secolo a.C., quando in Etruria arrivarono vasi che influenzarono sensibilmente l'artigianato locale. Una mostra da godere “avidamente”. Anche perché gli spazi sono quelli che sono e queste meraviglie verranno di nuovo confinate nei recessi dei magazzini, colmi di capolavori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Ma quante belle cose abbiamo nei depositi dei Musei cittadini. È ora di tirarle fuori

PerugiaToday è in caricamento