Paciano dice addio a Giuseppina Ascanio, pittrice, insegnante e pilastro della comunità

Il sindaco Bardelli: "Sempre attenta agli accadimenti del paese, disponibile a condividere le sue preziose competenze e passioni"

Una comunità intera in lutto per la scomparsa, improvvisa, di Giuseppina Ascanio, pittrice, insegnante, animatrice del laboratorio di pittura. Un pilastro per la comunità di Paciano, la cui scomparsa lascia un vuoto enorme.

"Un dolce pilastro di TrasiMemo – si legge nelle pagine social comunali - che ci ha insegnato con gentilezza a parlare con le immagini; ogni settimana ci hai aiutato a scoprire le nostre emozioni e a sistemarle delicatamente tra i disegni".

Giuseppina Ascanio ha animato il laboratorio di disegno all'interno di Palazzo Baldeschi, dove una volta a settimana si riuniva un gruppo "di militanti del patrimonio" che attraverso lo studio e la sperimentazione hanno coltivato questa modalità espressiva. "Aveva creduto molto nel progetto TrasiMemo – ricorda la responsabile, nonché assessore comunale, Cinzia Marchesini - collaborando anche all'allestimento e proponendo preziosi consigli".

Aveva preso parte attiva a tanti progetti della comunità pacianese, "sempre attenta agli accadimenti del paese, disponibile a condividere le sue preziose competenze e passioni artistiche anche con i giovani e giovanissimi e a suggerire attenzioni per la comunità", ricorda il sindaco Riccardo Bardelli.

Attiva componente del coro Stella Splendens e del Gruppo Infioratori, sempre presente in parrocchia e al centro sociale anziani e negli eventi culturali e ludici che hanno contribuito ad animare il paese, aveva grande attenzione alla biblioteca, alla musica e al teatro e non è mai mancato il suo sostegno affettuoso alle performances del gruppo teatrale "Il Futuro e la Memoria" e a “TrasiMemo. Incontri con gli autori”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il padre, Guglielmo, era stato l’aautore degli affreschi per la chiesa parrocchiale di Paciano e per il castello di Montalera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, dopo Eurochocolate anche per i Baracconi altro "No": "Ignorato il nostro piano sicurezza"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento