La sposa arriva in limousine..ma l'auto non riesce ad uscire dal centro storico

Il guaio è avvenuto quando l’autista di quella vettura eccezionale ha pensato di uscire dal Centro

L’acropoli perugina è pronuba: i matrimoni, specie di sabato, si succedono a ritmo serrato… ma quella limousine che non ce la fa ad uscire dal centro. Ben quattro le unioni celebrate stamane fra i bianchi travertini della Vetusta. Sedi  più gettonate: la Sala dei Notari e la Vaccara, che pure costano un botto, specie se entrambi i coniugandi risiedono fuori Comune.

Poco prima di mezzogiorno, abbiano assistito addirittura all’arrivo in contemporanea di ben due spose. Ha suscitato interesse e curiosità una bellissima sposa di colore, giunta con una limousine lunga ben 10 metri e dalla rispettabile cilindrata di 7000 cc. (consumo dichiarato di un litro a chilometro). Era accompagnata da un nugolo di bambini e di adulti elegantissimi e festosi.

Il guaio è avvenuto quando l’autista di quella vettura eccezionale ha pensato di uscire dal Centro. Per l’arrivo, passando per viale Indipendenza, via Baglioni e via Calderini fino a piazza Grande, non ci sono state particolari difficoltà. Ma quando si è trattato di uscire, sono venute le dolenti note. Scendere per via Alessi e girare per via delle Conce o via Imbriani neanche a pensarci. Altrettanto impossibile fare via Bartolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da qui la richiesta di aiuto. Il giovane autista, accompagnato dall’Inviato Cittadino, si è recato in Corpo di Guardia dove, probabilmente, hanno trovato la soluzione. Si trattava di scortarlo per via Fani, guidarlo in senso vietato per via Baglioni fino a Viale dell’Indipendenza. Un’operazione fattibile, ma complessa. Ecco cosa succede a salire nell’acropoli in limousine!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento