rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

Stop al "littering": McDonald’s e Comune di Perugia insieme all'associazione Natura Urbana per ripulire l'ambiente dai rifiuti abbandonati

L'iniziativa ha fatto tappa a Perugia nei giorni scorsi nella zona del Parco Chico Mendez e di Piazza del Bacio raccogliendo 60 sacchi per circa 250 chilogrammi di rifiuti

Per combattere il cosiddetto fenomeno del ‘littering’, ovvero l’abbandono di rifiuti nell’ambiente, anche Perugia ha ospitatonei giorni scorsi una tappa de ‘Le giornate insieme a te per l’ambiente” di McDonald’s, iniziativa patrocinata dal Comune con il supporto e la partecipazione dell’associazione Natura Urbana. I dipendenti della nota catena di ristoranti fast-food, insieme a clienti e volontari della comunità, hanno condotto un’attività di pulizia che ha interessato l’area del parco Chico Mendez e piazzale Umbria Jazz, da cui sono stati raccolti 60 sacchi per circa 250 chilogrammi di rifiuti che Gesenu provvederà a differenziare e smaltire.

“È il secondo anno che McDonald’s porta avanti questo progetto su scala nazionale – ha spiegato Flaviano Bazzucchi, licenziatario McDonald’s per la provincia di Perugia –. L’anno scorso sono state organizzate 105 tappe a cui hanno partecipato più di 4mila persone. Quest’anno il progetto è ancora più ambizioso perché punta a raggiungere 150 città, per dare un segnale ancora più forte. Gettare un rifiuto a terra significa immettere nell’ambiente un oggetto che rimarrà dai 3 mesi, se di carta, a un secolo, se di plastica; le ultime indagini di Legalmente rivelano che nei parchi italiani si trovano 6 rifiuti per metro quadro, mentre nelle spiagge si parla di oltre 8 rifiuti ogni metro. Noi ci impegniamo quotidianamente a combattere l’abbandono dei rifiuti nell’ambiente, anche perché negli ultimi tre anni abbiamo visto aumentare il take away e il servizio drive nei nostri ristoranti, quindi sentiamo il dovere di sensibilizzare ancora di più i nostri clienti. Le giornate insieme a te per l’ambiente fanno parte di un progetto più ampio e si inseriscono in un percorso virtuoso verso la transizione ecologica che McDonald’s ha intrapreso ormai da diversi anni. Ne sono un esempio l’eliminazione della plastica monouso in favore di materiali più sostenibili, e difatti puntiamo a raggiungere l’impatto zero entro il 2025, l’installazione di contenitori per la raccolta differenziata nelle sale e nei dehors, la collaborazione con Comieco per lo sviluppo di un nuovo sistema per garantire la riciclabilità del packaging in carta e la campagna di sensibilizzazione sulle corrette modalità di raccolta dei rifiuti rivolta ai consumatori dei ristoranti. Inoltre, durante tutto l’anno collaboriamo con le associazioni locali che hanno a cuore questi temi”.

Noi vogliamo essere dei buoni ‘vicini di casa’ – ha raccontato Federica Biagiotti, service leader McDonald’s –, quindi ci dedichiamo alla raccolta dei rifiuti nelle aree attorno ai nostri ristoranti non solo in giornate specifiche organizzate a livello nazionale, ma anche in tante altre occasioni, dove i nostri dipendenti partecipano volontariamente e con grande entusiasmo”. “Quello di oggi – ha commentato Laura Marconi, referente attività didattiche per la Gesenu – rappresenta un importante appuntamento di volontariato ambientale, che serve anche da esempio alla comunità per combattere tutti insieme il fenomeno del littering”. Anche l’assessore all’Ambiente e alle Aree verdi del Comune di Perugia, Otello Numerini, ha fatto pervenire il suo messaggio, elogiando l’iniziativa. “Ringrazio McDonald’s e le associazioni locali per aver promosso questa giornata. Iniziative come questa sono fortemente educative e avvicinano i cittadini al rispetto del verde e dell’ambiente in generale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop al "littering": McDonald’s e Comune di Perugia insieme all'associazione Natura Urbana per ripulire l'ambiente dai rifiuti abbandonati

PerugiaToday è in caricamento