rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

INVIATO CITTADINO Linee buxi, la modifica peggiora la situazione: tutti scontenti

Proteste e contestazioni. “Qui più niente funziona. Hanno tolto una linea senza nemmeno comunicarlo e senza cambiare la tabella alle paline delle fermate. Nemmeno il sito è stato aggiornato”

Linee buxi, ecco come la montagna partorì il topolino… deforme. Proteste e contestazioni. “Qui più niente funziona. Hanno tolto una linea senza nemmeno comunicarlo e senza cambiare la tabella alle paline delle fermate. Nemmeno il sito è stato aggiornato”.

Studenti e lavoratori attivi nell’acropoli sono inveleniti. “La nuova sistemazione ci concia per le feste”.

Cosa accade? Semplicemente che, nel quadro delle revisioni “migliorative”, Via Torelli, via Calindri e altre popolose zone della città sono state penalizzate con una pesante riduzione del servizio che è ridotto al lumicino. Niente più piazza Partigiani e piazza Italia… e tanto altro.

Tanto per fare un po’ di storia, in via Torelli, trent’anni fa, fu istituito il servizio con tre passaggi orari. Poi passati a due e, ora, inspiegabilmente ridotti a uno.

Non meno pesante il ritorno da piazza Cavallotti che ha un solo orario, fissato ai 40 di ogni ora.

L’irrazionalità regna sovrana. Raccontano gli autisti: “Chi prende le decisioni lo fa a tavolino, ignorando i fondamentali della città”.

Un esempio?

“Hanno proposto di percorrere corso Bersaglieri in senso discendente. Quando, a memoria d’uomo, su quel budello vige il senso unico a salire. Abbiamo dovuto dirglielo noi”.

Altri esempi?

“A valanghe. Forse la circostanza più ridicola consiste nel fatto che è prevista la inutile circumnavigazione del palazzo della Als di via Ripa di Meana”.

Si spieghi meglio.

“Uscendo dalla Galleria Kennedy, si gira a destra per la fermata alla pensilina. Poi si scendeva per via Tancredi Ripa di Meana, si andava a sinistra verso l’ex manicomio e si procedeva per via XIV Settembre verso la Pesa”.

E ora?

“Non si capisce perché, ci hanno chiesto di girare intorno al palazzo, pur non essendoci una sola fermata”.

Insomma, un giro panoramico senza possibilità di scendere e salire?

“Esattamente. Lo abbiamo segnalato come una delle tante assurdità”.

Che tocchi ricorrere al vecchio adagio “Si stava meglio quando si stava peggio”?. Sembra proprio di sì.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Linee buxi, la modifica peggiora la situazione: tutti scontenti

PerugiaToday è in caricamento