Attualità

Limitazioni all’orario di vendita degli alcolici, Confcommercio contro il Comune: "Ritiro immediato dell'ordinanza"

Mercuri: "Ordinanze come quella di oggi non fanno altro che penalizzare ulteriormente imprese che sono state già messe in ginocchio dall’emergenza da covid"

Commerianti contro Palazzo dei Priori per il nuovo giro di vite contro l'alcol in centro storico e Fontivegge. Confcommercio Perugia chiede "il ritiro dell’ordinanza emessa dal Comune di Perugia, che entrerà in vigore stasera stessa per limitare l’orario di vendita degli alcolici in alcune aree della città, nei fine settimana".

In una lettera indirizzata al sindaco Andrea Romizi, il presidente di Confcommercio Perugia Sergio Mercuri "contesta l’efficacia di una simile misura, ne chiede il ritiro immediato assieme all’impegno, da parte del sindaco, a rafforzare l’azione delle Forze dell’Ordine". 

"Comprendiamo le esigenze di sicurezza pubblica, la necessità di evitare assembramenti e di garantire il rispetto della quiete pubblica. Ma questi principi valgono ovunque, non solo nel centro storico di Perugia e a Fontivegge, aree già destinatarie di misure restrittive che non hanno peraltro prodotto i risultati che si volevano ottenere. Il solo deterrente rispetto a comportamenti contrari alla sicurezza pubblica - sottolinea il presidente Mercuri - è un costante e continuo presidio delle Forze dell’Ordine. Ordinanze come quella di oggi non fanno altro che penalizzare ulteriormente imprese che sono state già messe in ginocchio dall’emergenza da covid e dalle conseguenti misure restrittive subite nell’ultimo anno e mezzo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Limitazioni all’orario di vendita degli alcolici, Confcommercio contro il Comune: "Ritiro immediato dell'ordinanza"

PerugiaToday è in caricamento