Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

Non solo musica, al liceo classico Mariotti scoppia la "grana" del voto di educazione civica

Gli studenti contestano la decisione di far svolgere un test alla fine dell'anno e considerare il voto nella valutazione finale

Non bastano i problemi dell'indirizzo musicale, adesso al liceo classico Mariotti di Perugia scoppia anche la grana del voto in educazione civica, dopo che, come segnalano gli studenti, nel corso dell'anno la materia non è stata trattata.

Il sindacato studentesto Altrascuola - Rete degli Studenti Medi Umbria, segnala che per quanto riguarda educazione civica "dopo che nel primo quadrimestre, in assenza di voti, era stata valutata arbitrariamente in base alla media delle altre materie", la materia "è rimasta nella stessa situazione, di cui perciò, alla fine dell'anno scolastico, non si può incolpare la fase pandemica o la mancanza di tempo".

Per ovviare alla mancanza di voti alla fine dell'anno, "si è pensato a un test, in cui si esaminano i temi di educazione civica trattati da ogni prof.
Il test in questione, che decreterà l'unico voto di educazione civica che avranno gli studenti, si svolgerà in 20 minuti e durante un'ora pomeridiana, non si sa per quale motivo, spacciata come seconda ora di educazione fisica".

Una decisione "assurda" dicono gli studenti "per coprire una profonda lacuna si organizzi un test sommario, il cui risultato verrà direttamente riportato in pagella, per cui non si riesce a stabilire neanche un orario regolare durante la mattina, ma l'incapacità gestionale del Liceo deve ricadere a quanto pare sul tempo libero" degli studenti.

La contestazione della dirigente scolastica è ormai aperta e continua e alla fine dell'anno gli studenti pretendono "chiarezza, considerazione e cura del nostro percorso scolastico, che ad oggi, evidentemente, ancora mancano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo musica, al liceo classico Mariotti scoppia la "grana" del voto di educazione civica

PerugiaToday è in caricamento