Attualità

Nono romanzo per l’ingegnere scrittore Santi Parlagreco per la serie Perugia Mistery

"Mi vogliono uccidere" è un noir in cui si incontrano cellule della Jihad, strozzini, serial killer e stalker

L’ingegnere-scrittore Santi Parlagreco torna sugli scaffali col nono romanzo della serie Perugia Mistery. Dopo un’incursione nel mondo della favola (realistica) per bambini dedicata al nipotino Lorenzo e al suo gatto Picchi, dopo due scritture drammaturgiche, Santi torna al vecchio amore del giallo e del mistero.

Ne ricordo il primo romanzo “Il bronzo insanguinato”, uscito da Morlacchi 12 anni fa, e poi la serie nella collana da lui stesso edita con storie noir ambientate nei cinque rioni perugini. Alcune di queste storie, raccolte in volume, furono protagoniste in un’edizione del Love Film Festival di Daniele Corvi.

È sempre Perugia la location delle vicende. Santi ne conosce le emergenze storico-architettoniche-monumentali, come i vicoli oscuri. Ne racconta particolari minori, ma robustamente identitari, come quando cita la campana di San Francesco al Prato: quella detta Viola, il cui suono carezzevole era tanto caro al poeta Claudio Spinelli che abitava nella soprastante via dell’Arco.

Il titolo dell’ultimo romanzo è “Mi vogliono uccidere” e porta in copertina una foto della torretta di Palazzo della Penna, effigiato in digitale da Rita Paltracca. La sede dell’assessorato alla cultura diviene, nella fiction, abitazione di un poco di buono.

Una storia noir non si racconta, anche se possiamo anticipare la presenza del commissario, amante delle belle donne e delle colazioni al Bar Morlacchi, svelto di mano e di cervello.

Dirò solo che siamo in presenza di un serial killer, che nella storia si incontrano cellule della Jihad con volontari che indossano cinture pronte ad esplodere per attuare congiure terroristiche. Non si sa dove. Per questo occorre stare in guardia: da piazza Grimana a piazza Grande.

Ci sono ricettatori e cravattari, stalker e case degli orrori. Qualche puntatina nella storia della Vetusta di ieri e di oggi, fino a raccontare il supposto omicidio della nota Mariaccia, figura autentica della prostituzione perugina.

Un mix di elementi fantastici e verosimili che appartengono allo stile di Santi Parlagreco. Caro Santi, ci prepariamo a brindare per la pubblicazione del decimo romanzo di prossima (?) uscita da Sarapar, casa editrice di lusso, da te fondata e alimentata con un’incessante creatività.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nono romanzo per l’ingegnere scrittore Santi Parlagreco per la serie Perugia Mistery

PerugiaToday è in caricamento