menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

C’era una volta e c’è ancor oggi, riapre la storica libreria La Scolastica

La rivendita di libri scolastici e non, materiali e giochi riapre il 27 febbraio con una rinnovata configurazione societaria

C’era una volta, e c’è ancor oggi (sebbene il rinnovata configurazione), la storica libreria La Scolastica. È stata in mano, per ben tre generazioni, alla famiglia Garzini il cui titolare, Bruno, passa ora la mano a una cooperativa di ex dipendenti.

Sono lontani i tempi degli anni Sessanta, quando Vincenzo, padre di Bruno, partì nelle scomode stanze di via della Stella.

Seguì, alla metà degli anni Ottanta, il trasferimento in via San Galigano, nei locali superiori delle antiche Terme. Vincenzo non si accontentò di trasferire l’attività di cartolibreria, materiali scolastici, giochi didattici (il primo a proporre questo genere merceologico) ma volle restaurare ad arte quel complesso per poi locare la parte inferiore al Ristorante “Le Terme di San Galigano”, tuttora in auge.

Bruno proseguì con successo e impegno il lavoro del padre, fino a divenire punto di riferimento per libri scolastici e materiali didattici innovativi.

Quindi, per un breve periodo, gli si affiancò la figlia Gioia che poi decise di dedicarsi ad altro.

Ora Bruno ha raggiunto l’età della pensione, ma gli stringe il cuore a lasciare un’attività che gli ha dato tante soddisfazioni. Accede così alla richiesta di due dipendenti di subentrare e tenere alta la fiaccola della cultura.

La nuova società cooperativa vede come presidente Enrico Tibidò, affiancato dal vice Manola Ciampica e dalla socia Catia Bardelloni. Resta, fino a un proficuo avviamento della rinnovata configurazione, anche Bruno, per un paio d’anni. Finché la nuova creatura non saprà camminare con destrezza. Del che non c’è da dubitare. Poiché le due ragazze operano nel negozio da circa due decenni.

I prodotti saranno sempre in linea di continuità con la precedente gestione: libri, cancelleria, giochi educativi, cartotecnica. Una novità sarà costituita dallo sviluppo dell’e-commerce con sito aggiornato e vetrina virtuale.

Una innovazione anche nel nome che aggiunge “La libreria dei ragazzi” come sottodeclinazione dello storico marchio La Scolastica. Il logo, con ragazzi che leggono, è stato prodotto da “La Fattoria Creativa”.

L’inaugurazione per domani, sabato 27 febbraio. Che dire? Auguri di cuore a questo luogo in cui si coniuga educazione e cultura. Perché i Garzini, e i loro epigoni, si sono sempre ispirati all’aureo principio I Care. Ricordando il detto latino “maxima puero reverentia debetur”. Qualunque bambino o ragazzo è uscito di qui, ha portato con sé qualcosa di più di un libro o un gioco. Ha portato un se stesso cresciuto e migliore. E mi piace ricordare che sono amico di Bruno e mi sento vicino a quelli che si impegneranno a proseguirne la mission. Perché il fruscio della carta dei libri è una musica divina. Per chi abbia orecchie ad intendere e voler… crescere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento