Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Elce / Viale Orazio Antinori

STORIE PERUGINE Quando, per un incauto volatile, il 25 aprile diventa una vera 'festa della liberazione'

L'intervento dei vigili del fuoco: un’ autentica “liberazione” per l’incauto rondone

Quando, per un incauto volatile, il 25 aprile diventa una vera “festa della liberazione”.

È accaduto nel primo pomeriggio del 25 aprile.

Ci riferisce l’amico Piero Calzoni: “Le studentesse che alloggiano all’ultimo piano di una palazzina della centrale Via Antinori si rivolgono ai Vigili del Fuoco perché le aiutino a capire la causa dei rumori che da una settimana provengono dalla soffitta sopra di loro”.

Sicuramente si tratta di un animale… ma sarà un uccello, un roditore o altro?

I Vigili intervengono prontamente e, dopo aver proceduto ad un’accurata ispezione dei luoghi, concludono che i rumori provengono da un’intercapedine formatasi tra il contro-solaio, costruito di recente, e il vecchio soffitto.

Come raggiungere il punto incriminato?

Sembrano non esserci accessi dall’esterno per cui, attraverso la soffitta, i Caschi rossi salgono sul tetto per ispezionarlo e riescono a capire quale possa essere stata la via di accesso da parte dell’animale.

L’individuazione di un comignolo dismesso.

C’è un vecchio comignolo che, anziché essere demolito durante i lavori di ristrutturazione, è stato mantenuto come cavedio per il passaggio degli impianti. C’è pervietà dal contro-soffitto dell’ultimo piano fino al tetto, bypassando la soffitta.

Come tirar fuori l’animale?

Uscire da lì è impossibile per il povero animale, neppure ripercorrendo a ritroso la strada d’entrata. Ci ha infatti provato più volte provocando i rumori e i tonfi che hanno spaventato le ragazze.

I Vigili tornano nell’appartamento e smontano la plafoniera/faretto incassata nel cartongesso del contro soffitto.

Ed ecco la scoperta… un esemplare di rondone

Attraverso quel foro della plafoniera (appena 20 cm di diametro) i Vigili ispezionano la nicchia con la luce di un telefonino. Facilmente riescono ad inquadrare un uccello che, terrorizzato, se ne sta rannicchiato in un angolino. È un bellissimo esemplare di rondone!

Indicargli una via d’uscita.

Impossibile catturarlo. Perciò decidono di lasciare aperto il foro e di spalancare la finestra.

Neppure 30 secondi e il rondone, percepito il primo alito di aria fresca, riconquista con le sue ali la tanto amata libertà fra una vera e propria ovazione dei presenti.

Un’ autentica “liberazione” per l’incauto rondone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

STORIE PERUGINE Quando, per un incauto volatile, il 25 aprile diventa una vera 'festa della liberazione'
PerugiaToday è in caricamento