LETTI PER VOI - Botta e risposta sull’etica, dal mondo greco alla società liquida, in 34 step

Un libro dalla cui lettura si esce migliori. E vi pare poco?

Botta e risposta sull’etica, dal mondo greco alla società liquida, in 34 step. L’ars maieutica dell’opinionista (Paolo Coletti), coniugata con la logica del filosofo (Gaetano Mollo) vengono fuse in un unicum per fornire un quadro esaustivo del modo di stare al mondo della persona di valore.

Il libro – uscito per i tipi di Morlacchi – s’intitola “Dialogo tra un filosofo e un opinionista” ed è un’Etica Nicomachea dei nostri giorni, con un’ampia diegesi che attraversa i secoli e le culture. I Nicomaco della contemporaneità siamo tutti noi, davanti ai quali si squadernano pillole di sapere, somministrate senza supponenza e con un linguaggio perspicuo.

L’esergo aristotelico declina il rapporto tra giustizia e uguaglianza: “… Chi esercita il potere è custode del giusto, e se del giusto lo è anche dell’uguale”. Parole etiche ed epiche, perfino in un mondo imbastardito dalla logica del profitto e del successo. Insomma, coi due autori si possono “guardare stelle cadenti, ma per una visione del mondo con stelle nascenti”. E sia chiaro che le stelle non sono legate agli appellativi di recenti movimenti politici.

Lo schema è quello di citazione-domanda-risposta e il dialogo c’insegna che “il senso etico è la percezione interiore del giusto e del corretto, rispetto alle situazioni che la vita ci presenta… e che tutto ciò può essere còlto anche in contrapposizione alla morale dominante”. Tenendo presente che “nelle situazioni concrete della vita si deve scoprire ciò che pensiamo sia giusto”. Dice Fromm che “Bisogna fare della crescita di se stessi e dei propri simili lo scopo supremo dell’esistenza”.

Mollo, a domanda, ci spiega anche perché la maggior parte dei leader etici (Lincoln, Martin Luther King, Gandhi, Palme, Kennedy) siano stati assassinati. Perché la novità fa paura ed è per questo che gli innovatori vanno incontro a un destino di martirio. Oltre al PIL (prodotto interno lordo), c’è il BIL, che indica il benessere delle persone. Sono etici la pace e la cooperazione, le energie rinnovabili e la condivisione delle risorse (idriche ed energetiche), il rispetto dei diritti umani, la lotta alla corruzione, il riconoscimento del merito, il volontariato, la pulizia degli affetti…

Insomma: un libro dalla cui lettura si esce migliori. E vi pare poco?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento