Una occupazione vera per loro: sette ragazzi con la sindrome di Down lavorano in biblioteca

"Le mansioni non sono state create ‘ad hoc’ per loro, ma sono tra quelle quotidianamente svolte dal personale dell'Oasis: ciò significa che i partecipanti sono consapevoli (ed entusiasti) di essere inseriti totalmente nel processo lavorativo"

Il Padre provinciale, fra' Matteo Siro (al centro) coi ragazzi e i tutor

“Finalmente faccio un lavoro vero”. Parlano i sette ragazzi down formati alla Biblioteca Oasis dei Cappuccini.

Si chiamano Alessandro, Domenico, Fabrizia, Giorgio, Marilisa, Pamela e Sara (in rigoroso ordine alfabetico!), seguiti da due tutor e da un supervisore.

Cosa imparano a fare?

Svolgono la mansione di addetto di biblioteca.

In pratica?

Si occupano di accogliere gli studiosi all'ingresso, di smistare le telefonate al personale di biblioteca, di etichettare i volumi, di collocare fisicamente i libri sugli scaffali, di trascrivere gli “abstract” degli articoli di alcuni periodici (visibili all'interno del portale www.rivisteonline.org), di seguire l'iter dei volumi doppi che arrivano in biblioteca.

Quali i loro problemi fisici e cognitivi?

Si tratta di sette persone con sindrome di Down, dotati di grande volontà e impegno. Si alternano, in gruppi da due e da tre, ogni lunedì, mercoledì e giovedì, e svolgono alcune tra le mansioni di addetto di biblioteca.

Insomma, svolgono un lavoro “normale”?

Eseguono l'annullo di eventuali timbri, attribuiscono la segnatura di collocazione mediante numero progressivo, inseriscono (all'interno di un foglio di calcolo elettronico) i dati bibliografici dei volumi e, infine, li ripongono fisicamente sugli scaffali; il file con l'elenco è sempre aggiornato e si trova nel sito www.bibliotecaoasis.it cliccando nel link all'interno del post: https://www.bibliotecaoasis.it/?q=node/342.

Insomma, siamo al superamento della disabilità.

Le mansioni svolte dai ragazzi non sono state create ‘ad hoc’ per loro, ma sono tra quelle quotidianamente svolte dal personale dell'Oasis: ciò significa che i partecipanti sono consapevoli (ed entusiasti) di essere inseriti, in tutto e per tutto, nel processo lavorativo di biblioteca, come dimostra il titolo del progetto.

In questo periodo di lockdown sono stati inattivi anche loro, vero?

Ovvio, come il resto del Paese. Ma da marzo 2019 la Biblioteca Oasis dei Frati Minori Cappuccini dell'Umbria si è aperta all'impegno sociale ospitando il progetto “Finalmente faccio un lavoro vero” promosso dall'Associazione Italiana Persone Down, Sezione di Perugia, e finanziato col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

All’Inviato Cittadino piace ricordare che l’amico fra’ Giacomo Paris fu direttore della Biblioteca e che (da religioso e uomo di cultura) avrebbe certamente approvato un’attività così significativa.

Il percorso fin qui compiuto è riassunto in uno splendido video realizzato gratuitamente da Alexandre Roger. Spendete questi tre minuti. Sarà, per noi tutti, una lezione di calda umanità. https://www.facebook.com/BibliotecaOasis/videos/506934473555807/?v=506934473555807

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

  • La Tesei firma l'ordinanza: scuola, mezzi pubblici, assembramenti centri commerciali, alcol e stop sale slot

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento