L'Usl Umbria 2 stabilizza 126 lavoratori precari: per loro assunzione a tempo indeterminato

A comunicarlo la stessa azienda: "È solo la prima fase di un robusto piano"

Stabilizzazione per 126 lavoratori della sanità. A darne notizia l'Usl Umbria 2: "In linea con le disposizioni regionali e in piena coerenza con il Piano triennale di fabbisogno del personale - si legge in un comunicato -, la direzione dell’Azienda Usl Umbria 2 comunica di aver proceduto, in data odierna (10 aprile, ndr), alla stabilizzazione di 126 unità appartenenti a diversi profili professionali. Nello specifico le delibere di assunzione firmate dal commissario straordinario dottor Massimo De Fino, riguardano 95 infermieri, 4 dirigenti medici, 5 ostetriche, 6 tecnici di laboratorio, 1 farmacista, 1 fisioterapista, 5 assistenti sociali, 1 tecnico neurofisiopatologo, 1 operatore socio sanitario, 1 tecnico di radiologia medica e 6 dirigenti amministrativi". 

Coronavirus in Umbria, il bollettino del 10 aprile: contagi in calo, aumentano i guariti

"È soltanto la prima fase di un robusto programma di assunzioni a tempo indeterminato - spiega ancora l'Usl Umbria 2 nella nota -, tramite stabilizzazione del personale precario che procede spedita con l’analisi dei requisiti degli oltre 500 professionisti che hanno presentato istanza di partecipazione all’avviso dell’Azienda Usl Umbria 2. La fase istruttoria terminerà nei prossimi giorni con ulteriori delibere di assunzione a tempo indeterminato".

In questo giorno importante della vita e del percorso professionale dei 126 operatori dell’Azienda Usl Umbria 2, il commissario straordinario dottor De Fino ha trasmesso una lettera personale per ufficializzare il buon esito dell’istanza e di buon auspicio per il prosieguo dell’attività. “La sua nomina - scrive il manager sanitario nella missiva - se da un lato costituisce un fatto importante per la sua carriera lavorativa, dall’altro rappresenta un fatto altrettanto importante per l’Azienda che così può completare il percorso di valorizzazione e consolidamento della sua professionalità”.

Coronavirus, Pozzo non è più zona rossa ma per Giove arriva ordinanza: rischio focolaio

Ed ancora: “L’Azienda Usl Umbria 2 ha intrapreso una strategia di forte promozione del lavoro a tempo indeterminato nella consapevolezza che i rapporti strutturati e consolidati sono in grado di fornire migliori e più qualificate performances generando un forte senso di appartenenza”. Nei prossimi giorni i 126 professionisti saranno convocati dal Servizio Amministrazione del Personale per la sottoscrizione del contratto individuale di lavoro, “un’occasione importante - conclude il dottor Massimo De Fino - in cui la Direzione avrebbe voluto incontrarla, se non che l’attuale situazione di emergenza non consente di poter realizzare tale proposito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento