rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità

La guerra in famiglia, preferisce beccarsi una denuncia piuttosto che riaprire l'acqua all'odiata nuora

Accade a Perugia. Inutile il tentativo di mediazione della Polizia a favore della donna che deve gestire anche dei minori

Ha staccato l'utenza dell'acqua, a nome suo, dall'appartamento dell'odiata nuora 40enne con la quale già in passato ha avuto problemi seri tanto che sono scattate denunce e tribunali. La donna, una volta scoperto di non aver più il servizio in casa, si è rivolta direttamente alla Polizia nella speranza di avere qualche giorno in più prima di fare un nuovo allaccio che necessità dei giorni. Una richiesta soprattutto per evitare disagi ai minori, i nipoti dell'anziano, che vivono nell'alloggio senza più acqua. 

Gli agenti, a quel punto, hanno preso contatti con l’uomo, classe 1944, con a carico pregiudizi di polizia per reati di violenza privata e minacce nei confronti dell’ex nuora. Sentito dagli operatori, il 78enne ha riferito di essere stanco di sostenere le spese e che non avrebbe riattivato l’erogazione idrica presso l’appartamento. Vista la situazione, i poliziotti hanno informato l’uomo delle responsabilità penali alle quali sarebbe andato incontro, invitandolo a consultarsi con un legale. Nonostante l’invito, l’uomo ha mantenuto la sua posizione ed è stato denunciato reato di violenza privata.

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guerra in famiglia, preferisce beccarsi una denuncia piuttosto che riaprire l'acqua all'odiata nuora

PerugiaToday è in caricamento