LA CURIOSITA' Tempio di San Michele Arcangelo, un raro strumento musicale seicentesco incanta i perugini

Daniele Bernardini porta il più grande solista al mondo per viola da gamba per il concerto Meditation

Tempio di San Michele Arcangelo, Daniele Bernardini porta a Perugia il più grande solista al mondo per viola da gamba. Si tratta del belga Philippe Pierlot, compositore, direttore d’orchestra, insegnante accademico presso i conservatori reali dell’Aia e di Bruxelles. Pierlot ha all’attivo una strepitosa discografia e gode di un prestigio indiscusso a livello internazionale. Ha suonato, allo storico “Tempietto”, di fronte a un pubblico interessato ed emozionato.

Lo strumento è poco familiare ai non addetti ai lavori (tra i quali chi scrive) e suscita motivata curiosità. Peraltro, l’autorevole musicista si è esibito con uno strumento storico dei primi del Seicento, assicurato per una cifra a sei zeri. Insieme a lui, in alcuni brani, Fabrizio Lepri, violista da gamba di vaglia, partner e complice ideale.

È stata un’occasione rara di conoscenza dello strumento “antico” e sempre attuale. Con un repertorio di estrema difficoltà esecutiva e di grande fascino. Sono stati eseguiti autori come Hume, De Saint Colombe, Marais, Abel, Bach, Froberger e Couperin, per un concerto dal significativo titolo di “Meditation”. E, in effetti, l’atmosfera e la proposta musicale inducevano a una full immersion nella storia della musica e del luogo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intervento di saluto dell’assessore alla cultura Leonardo Varasano il quale, elogiando le iniziative di vaglia di Bernardini, ha rilevato come la straordinaria location del Tempio meritasse ampiamente una performance di qualità come quella goduta da un bel pubblico. Una serata indimenticabile, nel quadro delle attività promosse dal Museo degli strumenti antichi, animato dall’instancabile Daniele. Cui la città deve una meritata riconoscenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento