Attualità

L' "Urlo" di Munch sotto le cure di esperti perugini del Molab che deve risolverne il degrado dei colori

Il Molab (laboratorio mobile) perugino del CNR si è recato in Norvegia per prendersi cura della strepitosa opera d'arte

La radiazione luminosa non è alleata dei dipinti: spesso un’esposizione prolungata alla luce finisce col danneggiare irreparabilmente i colori. Ancora peggio se l’opera è direttamente colpita dai raggi solari, anche se questo può accadere, per ingenuità, nelle nostre case, ma non certamente nei musei. È successo anche al notissimo “Urlo” di Edvard Munch, ora sottoposto alle cure del Molab. Perché, se Maometto non va alla montagna, è la montagna ad andare da Maometto. Come è accaduto in questo caso in cui il Molab (laboratorio mobile) perugino del CNR si è recato in Norvegia per prendersi cura della strepitosa e angosciante opera di fama mondiale. Un’opera sintonica con gli studi freudiani indagatori del buio delle coscienze e dell’inquietudine.

Il fatto è che la luce ha fatto svanire e ingrigire i colori. Da qui la decisione di togliere dall’esposizione il quadro e di svolgere indagini accurate, volte ad attuare possibili interventi. Dell’opera, oltre agli schizzi, esistono almeno quattro versioni. Quella esposta al museo di Oslo – ora sotto le cure del Molab – ha avuto vita travagliata, essendo stata rubata per ben due volte. E adesso si aggiunge il deprecabile fenomeno della mutazione dei colori. Realizzata in olio, tempera e pastello su cartone, l’Urlo è un mix di materiali poco stabili.

La notizia è di sicuro interesse e di elevato valore tecnologico. Si tratta, infatti, di individuare – attraverso complesse indagini ad alta tecnologia – la natura dei pigmenti usati e il loro progressivo decadimento. Critica, soprattutto, la situazione dei gialli e dei rossi, realizzati con materiali diversi e instabili. Confidiamo che l’alta professionalità dei tecnici perugini riesca a venire a capo della delicatissima questione.                                                                 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L' "Urlo" di Munch sotto le cure di esperti perugini del Molab che deve risolverne il degrado dei colori

PerugiaToday è in caricamento