L'INVIATO CITTADINO Via della Madonna, quella targa impiastricciata di scritte e adesivi, esempio di inciviltà

Via della Madonna, quella targa odonomastica è impiastricciata di scritte e adesivi, un palese esempio di inciviltà. Il rimbocco che collega via della Viola con via Imbriani ha una vicenda antica che incrocia storia e religiosità popolare. La vulgata recita che in questa strada, non lontana dall’ex convento di San Fiorenzo, esisteva un appartamento che i frati vendettero a un privato. Costui tentò di coprire con un muro un’immagine della Vergine affrescata, ma avvenne una specie di miracolo che impedì l’azione. Tanto che l’icona fu distaccata e conferita dentro la chiesa di San Fiorenzo.

Ora, in questa strada, di gente non ce n’è rimasta molta e la toponomastica interessa ben pochi. Tanto che, per anni, l’intersezione con via della Viola è stata priva della tabella odonomastica, piombata a terra e andata in frantumi. Nel frattempo, un pittore che opera in zona aveva disegnato in una nicchia una Madonna “nera” con Bambino.

Poi il Comune ha provveduto a rifare e montare la targa marmorea. Fin qui tutto bene. Fin quando un incivile vi ha appiccicato un primo adesivo pubblicitario. Il cattivo esempio è stato seguito da numerosi altri dissennati che hanno incollato pubblicità di birre, di tatuaggi e quant’altro. Non poteva mancare l’acronimo ACAB (“All cops are bastards”, Tutti i poliziotti sono dei bastardi), titolo del film del 2012 di Stefano Sollima. Sigla – in questo, come in altri casi – del tutto fuori contesto. Oltre agli adesivi, non mancano scritte, scarabocchi, ghirigori, degni del peggior Bronx.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Colpa del primo balordo che ha dato la stura a una sequenza di comportamenti errati. Che fare? Rimuovere quegli adesivi e vigilare perché il fatto non accada di nuovo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 28 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento