rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Attualità

INVIATO CITTADINO Zona Cortone-Santa Margherita. Inaugurazione e code polemiche

Vivaci reazioni da parte di privati e Associazioni per il mancato invito all’evento

Ne abbiamo parlato con apprezzamento per un lavoro ben fatto. E adeguatamente presentato nella sede dell’Associazione del Tempobono in via del Cortone.

Dettagli tecnici, cronistoria della vicenda e dei lavori di messa in sicurezza e prevenzione, sopralluogo e conclusione con lauto banchetto offerto dall’impresa.

Le reazioni social al nostro servizio non sono state poche né lievi.

L’accusa ricorrente è quella di non essere stati invitati.

Come anche quella della passerella, in funzione preelettorale: “iperattivismo pre elettorale”.

E, come spesso accade, l’occasione è colta (forse a sproposito) per rinfacciare recriminazioni su soldi ed energie spesi per la tanto criticata rievocazione braccesca: “buttare soldi su Perugia 1416, una manifestazione ridicola che non dà nulla alla città”.

O ancora lo stato pietoso di via Fiorenzuola, recentemente sistemata con uno strato di bitume: “Perché farci azzoppare durante tutto questo tempo?”.

Antonietta Alonge, già presidente dell’Associazione di quartiere Borgo Bello: “Si sono dimenticati di invitare l’associazione di quartiere, chissà come mai… Avevamo organizzato una riunione con i residenti e commercianti, mentre erano in corso i lavori, per mettere in pratica quella ‘partecipazione’ che vogliono regolamentare ora, a poco più di due mesi dalle elezioni”.

L’archeologa Luana Cenciaioli, già direttrice del Manu ed ex presidente di Borgo Bello: “Il lavoro è stato molto importante. Peccato non essere stata presente, ma non ho avuto sentore di questa presentazione. Ho seguito passo passo i lavori durante il mandato di presidenza a Borgo Bello. Sono dispiaciuta per l'Associazione che si è data molto da fare. Peccato”. Non senza rilevare: “L'intervento era necessario. È stato lungo e importante”.

Ma c’è anche chi come Manuela Mignini, scrive: “Amando profondamente la vallata del S. Margherita, e conoscendone i secolari problemi di instabilità idro-geologica, applaudo ai lavori che sono stati fatti di messa in sicurezza di tutta la zona, lavori complessi a lungo ponderati, come richiedeva la delicatezza di questo territorio”.

E l’architetto Luigi Fressoia, presidente della sezione perugina di Italia Nostra, scrive: “Questo è un buon intervento”. Cui fa eco l’artista Francesco Quintaliani, competente in materia di lavori stradali: “Bellissimo intervento”.

La storica Erminia Irace osserva ironicamente: “Certo che sotto elezioni questi si scatenano!”.

Come si vede, una serie di reazioni variegate. Con le critiche che si appuntano più sugli inviti mancati che sulla qualità dell’intervento.

Certo è che all’inaugurazione erano presenti soci del Borgo Bello, come il fondatore e storico presidente Orfeo Ambrosi. Così come c’erano Francesco Berardi, presidente, e soci di Filosofi…Amo, numerosi soci del Tempobono e parecchi cittadini.

Se, come e perché gli inviti non siano stati efficacemente diramati è questione sulla quale spetta ad altri indagare. Di sicuro quell’inaugurazione ha visto una partecipazione notevole ottenendo un consenso generalizzato. Questo è onesto ribadire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Zona Cortone-Santa Margherita. Inaugurazione e code polemiche

PerugiaToday è in caricamento