rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità

Ferratura di via del Roscetto. Non provate a rimetterla. Il diverso pensiero di altri residenti

Dopo aver sentito le ragioni di chi gridava allo scandalo per la rimozione del manufatto, tocca ai cittadini che ritengono quella ferratura un ostacolo

Ferratura di via del Roscetto. Non provate a rimetterla. L’altra campana dei residenti. Abbiamo riferito la posizione di chi gridava al sacrilegio per la rimozione “ab imis fundamentis” della ferratura in fondo alle scalette di via del Roscetto, sotto via Bontempi (INVIATO CITTADINO Perugia, scalette di via Bontempi: anziché tutelare si preferisce spogliare la città di elementi storico-artistici).

Adesso raccogliamo i desiderata di altri residenti che chiedono il contrario. E si sono fatti vivi col Comune per sostenere la validità delle loro tesi.

Sostengono: “Siamo in gran parte anziani e quella ferratura ci era di notevole ostacolo”.

In che senso?

“Riportando la spesa sopra i carrellini, incontravamo difficoltà a passare a causa di quell’impiccio. Spesso chiedevamo a qualche passante di aiutarci perché non ce la facevamo a girare il trolley”.

Quali altri svantaggi?

“Pensi che tempo fa (quando c’era ancora la ferratura) mi hanno consegnato una lavatrice. Per superare quell’ostacolo hanno dovuto fare i salti mortali. E mi hanno appioppato un supplemento di spesa”

E cosa dite delle temute (o verificate) scorribande si motorini su quelle scalette?

“Non ci risulta che accada ordinariamente”.

E circa la storicità di quella ferratura?

“È falso che sia antica o perfino medievale, come dice qualcuno. Ricordo perfettamente (abito nella via da oltre settanta anni) che quella ferratura venne messa in occasione della visita a Perugia del Papa Giovanni Paolo II. Era il 1986. Dunque nessuna antichità. Prima quel ferro non c’era”.

Insomma, un falso problema, quello di rimettere le cose come stavano?

“Noi quell’impiccio non ce lo rivogliamo. Perché non quello, ma ben altri sono i problemi della zona”.

Quali?

“Ad esempio lo spaccio (Notti movimentate in centro, una residente: "Prigioniera in casa. Dopo tanti anni sto pensando di andare via") che prosegue indisturbato anche in pieno giorno. Non parliamo poi della sera e della notte. Quando, oltre allo smercio di sostanze, ci sono risse, urla, inseguimenti con corse verso via Scoscesa e i vicoli di via della Viola. Io vivo da sola e seguo le cose dalla finestra”.

Avete provato ad allertare le forze di polizia?

“Qualcuno l’ha fatto, non io. Sono una donna sola e ho paura che questi tipacci mi prendano di mira facendomi del male”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferratura di via del Roscetto. Non provate a rimetterla. Il diverso pensiero di altri residenti

PerugiaToday è in caricamento