INVIATO CITTADINO Traffico e sosta in città: "Potremmo parcheggiare anche dentro il Duomo…"

Italia Nostra e il suo presidente Luigi Fressoia criticano radicalmente la politica del traffico e della sosta in città

Italia Nostra e il suo presidente Luigi Fressoia criticano radicalmente la politica del traffico e della sosta in città.

Scrive Fressoia: “Il succo è che Perugia, dal 2018, ha riaperto il traffico nell’acropoli del suo centro storico, sia con nuovi corridoi di transito sia, soprattutto, con tolleranza estrema – addirittura dichiarata – della sosta abusiva ovunque. Se ne vedono gli effetti nefasti ogni giorno. Dopo 47 anni, in buona sostanza, Perugia ha invertito il proprio orientamento: non migliorare e perfezionare la direzione intrapresa negli anni ’70 (ne avrebbe molto bisogno), ma invertirla”.

A quale scopo?

“Secondo l’idea, errata, che con più automobili in centro storico i suoi commerci avranno miglior sorte. Io e noi di Italia Nostra riteniamo i fautori di questa involuzione vittime di un grande abbaglio: i commerci e la vita tutta miglioreranno riportando nella città storica i residenti e recuperando centralità rispetto alla vasta conurbazione contemporanea (estesa da Magione a Santa Maria degli Angeli). Il tutto, però, entro un quadro di ordine e decoro, senza penose congestioni automobilistiche, parcheggi selvaggi, code insensate, puzze e clacson. Potremmo parcheggiare anche dentro il Duomo…”.

Dove si è sbagliato?

“Si è spacciata per innovazione la possibilità di percorrere h24 l'anello di Piazza Italia e la predetta illegale tolleranza di sosta selvaggia in tutta l’acropoli e in tutto il centro storico. Si tratta di provvedimenti che non possono portare alcun beneficio ai commerci, ma solo generare un peggioramento della qualità generale della vita, con irritazione e perdita di frequentatori e turisti (che pure dovrebbero far gola ai commercianti)”.

Ma non si poterebbe ovviare al problema con un sistema di trasporto pubblico efficiente?

“I mezzi pubblici di trasporto sono nel frattempo pressoché scomparsi: il treno Fcu che raggiungeva il centro storico nella stazione di S. Anna è chiuso da due anni (al culmine di scandalose scelte regionali); gli autobus sono diradati al massimo e percorrono tragitti/tempi che ormai soddisfano una fetta insignificante di utenti; i parcheggi intorno all’acropoli hanno prezzi proibitivi… Almeno su parcheggi e bus si dovevano pretendere e attuare migliorie immediate, invece di aprire alla sosta selvaggia”.

Che ci dice della storica pedonalizzazione?

“Perugia, nel 1971, pedonalizzò il corso Vannucci; nel 1985 estese il provvedimento all’intera acropoli. Ma ebbe parallelamente l'intelligenza di dotarsi di ascensori, scale mobili e parcheggi, e ne realizzò parecchi, raggiungendo notorietà nazionale e internazionale”.

E ricorda: “Parcheggio meccanizzato del Mercato Coperto (1970), parcheggi pluripiano di Piazza Partigiani (1986), di Piazzale Europa (1993), di Sant'Antonio (1984), delle Briglie (1984), della Cupa-Pellini (1991); scale mobili della Rocca Paolina (1983), scale mobili Pellini-Priori (1989), scale mobili Europa-Sant’Anna (1993), scale mobili Pincetto (2008), ascensore del Pincetto (1970 e 2009); Minimetrò (2008)”

Con quale prospettiva?

“Scelte finalizzate all'idea di un centro storico vivo, frequentato e prospero di attività commerciali, poiché ordinato, cioè senza ridicoli caroselli automobilistici e soste ossessive/abusive anche davanti ai portoni. Esattamente come le città di tutta Europa, compresa l'Italia. Compreso Corso Cavour, dai Tre Archi a Sant’Ercolano, che con la pedonalizzazione ha visto moltiplicare e fiorire i commerci”.

Concludendo?

“Proporrò a Italia Nostra di compiere passi formali presso le autorità competenti per verificare se la tolleranza di sosta illegittima di autoveicoli, in piazze e vie dove vige divieto, non costituisca abuso e/o omissione. L'amministrazione deve essere conseguente: se ne ha il coraggio, deliberi la rimozione dei segnali di divieto. E, già che c’è, riapra il Corso… Chiediamo al sindaco Romizi un atto di ravvedimento generale, chiediamo cultura urbana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Università di Perugia, premiati i migliori laureati del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche: tutti i nomi

  • La fortuna bacia Perugia, super vincita con una schedina da tre euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento