rotate-mobile
Attualità

INVIATO CITTADINO Ponte San Giovanni, piazzale della chiesa. Festa del patrono Bartolomeo

Una cena con duecento persone per raccogliere fondi a beneficio della parrocchia

Quel gazebo  si farà e i lavori per il completamento dell’Oratorio inizieranno a settembre.

Tocca a don Antonio, accompagnato dal consigliere comunale Paolo Befani, il compito di delineare per sommi capi le finalità della serata. Con tanto di presentazione di Padre Emmanuele che entrerà in veste di vice parroco dalla metà di ottobre.

La cena si dipana tra cibi tradizionali e il famoso “Piatto di Sa Bartolomeo”: primo (maltagliati al farro), secondo (polpette di carne), contorno (patate al forno). Un trionfo della rustica semplicità della tradizione contadina. Tutto in un piatto (sebbene tripartito, come si usava un tempo).

Dopo il dolce, la lotteria di finanziamento con premi in natura. Aspettando il dies natalis del Santo che cade oggi, 24 agosto.

A chiudere, Valentina Ercolani declina gli step della festa che si dipana per qualche giorno.

Foto - Ponte San Giovanni. Festa del patrono Bartolomeo

(Foto Sandro Allegrini)

Una serata che ha saputo egregiamente coniugare cibo e socialità. Per la cultura (ponteggiana e non solo) aspettiamo l’apertura di Velimna del 30 agosto ai Volumni.

Antonio Brunori – il Piero Angela del Ponte –  sta preparando una relazione coi fiocchi sul tema Etruschi/ambiente/natura. Ne sentiremo, e ne vedremo, delle belle. Tra sfilate e giochi, mercati e assaggi di cucina etrusca, accampamenti e antiquarium.

Nota artistico-toponomastica su Bartolomeo e… Solomeo.

Michelangelo e la Sistina. Senza dimenticare la famosa rappresentazione nel Giudizio Universale in cui sulla pelle del Santo si dice compaia l’autoritratto di Michelangelo.

Una riflessione sull’origine del toponimo di Solomeo. A parte ogni altra discutibile ipotesi, risulta che il toponimo SOLOMEO sia frutto di una cattiva lettura della carta di Cipriano Piccolpasso.

Sopra il suo Le piante et i ritratti delle città e terre dell'Umbria  stava scritto S.LOMEO (ossia “San Bartolomeo” in forma abbreviata). Sta di fatto che il puntino di abbreviazione di “Santo” era vergato così grosso da sembrare una “o”. Ecco perché vedendo scritto SoLOMEO, qualcuno ha ribattezzato quel luogo SOLOMEO.

Così è… se vi pare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Ponte San Giovanni, piazzale della chiesa. Festa del patrono Bartolomeo

PerugiaToday è in caricamento