Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

INVIATO CITTADINO Velimna XIX, edizione di lusso a Perugia… aspettando il ventennale

Sfilata di autorità alla cerimonia d’inaugurazione presso la Necropoli del Palazzone e nel week end accampamenti etruschi e romani con spettacoli rievocativi e laboratori per bambini

Velimna XIX, edizione di lusso... aspettando il ventennale. Sfilata di autorità alla cerimonia d’inaugurazione presso la Necropoli del Palazzone.

Accoglienza del direttore Maria Angela Turchetti, con loquela sciolta e intervento nei binari. Esposizione del ricco programma da parte del presidente Antonello Palmerini. Omaggio all’onorario Fausto Cardinali.

Saluto di Marco Squarta (presidente dell’Assemblea regionale) che prospetta più ampi orizzonti nell’immediato futuro.

Tra i politici anche chi non prende la parola, come l’assessore all’urbanistica Margherita Scoccia, quella al sociale Edi Cicchi, i consiglieri Lorenzo Mattioni e Paolo Befani (che gioca in casa).

L’intervento del sindaco Andrea Romizi spalanca prospettive urbanistiche, sociali, culturali per la comunità ponteggiana. Annuncia un piano di riqualificazione urbana che include ben due proposte per il Ponte. Non finanziamenti a pioggia che lasciano intatto l’esistente, ma due programmi che si propongono, innanzitutto, di sanare la ferita aperta del complesso cadaverico ex Palazzetti che non trova ragion d’essere. Saranno della partita due calibri massimi come l’ingegner Paolo Belardi e lo scienziato Franco Cotana. Non senza l’attivo coinvolgimento della popolazione.

A seguire, la conferenza “La presenza di Roma nel territorio perugino”, su una materia lungamente attesa dal presidente Palmerini. La conversazione multimediale si dipana in due step, gestiti disgiuntamente dalle archeologhe Agnese Massi Secondari e da Luana Cenciaioli, direttrice scientifica di Velimna.

Il tema viene sviscerato con riferimenti di carattere storiografico e archeologico, con l’ausilio di efficaci slide. Quanto resta da apprendere verrà raccontato nei pannelli esposti alla Rocca Paolina, nella mostra aperta dal 15 a 26 settembre. Una esposizione scientifico-fotografica con riproduzione di reperti etruschi del laboratorio di Velimna e dell’Unione Modellisti Perugini.

Intanto, sabato 4 e domenica 5, al Parco Giuseppe Pascoletti, accampamenti etruschi/romani coi romani che menano e gli etruschi che incassano. I primi puntano sulla forza, i secondi sulla seduzione e la cultura. Rinnovando, per analogia, la battuta sulla Grecia che “vinta, vince sui rudi vincitori”.

Ci  saranno gruppi storici professionisti e amatoriali: i Rasenna di Cerveteri, le Legiones XVI Flavia di Otricoli, la XXII Fidelis di Spello, la I Minervia di Roma. E poi, non solo guerra, ma scene di vita quotidiana con spettacoli rievocativi e laboratori per bambini. Alle 18:00 di domenica, si potrà addirittura assistere a un matrimonio etrusco, vedendo quanto accadeva… di giorno, s’intende.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Velimna XIX, edizione di lusso a Perugia… aspettando il ventennale

PerugiaToday è in caricamento