menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO L'ex Talmone non più pasticceria, ma il top dell'abbigliamento

Comincia a ricomporsi il puzzle dei negozi nell’acropoli di Perugia

Comincia a ricomporsi il puzzle dei negozi nell’acropoli. L’ex negozio Talmone di via delle Volte non più (come voleva un diffuso rumor) pasticceria, ma il top dell’abbigliamento. Voci che si rincorrono, con squarci di verosimiglianza. Perché di movimento ce n’è, ma nel quadro della proprietà commutativa, secondo la quale “invertendo l’ordine dei fattori il prodotto non cambia”. 

E poi si agisce, per così dire, con una certa riservatezza, senza scoprire troppo le carte. Le nostre fonti si sbottonano a millimetri, ma qualcosa trapela. Si chiedono garanzie, fideiussioni, giuramenti di amore eterno. Temendo la fregatura. Nel dubbio che qualche matrimonio possa andare a pallino, con la sposa abbandonata sul sagrato, in attesa di uno sposo che... s’è dato! Si teme, insomma, qualche colpo sotto la cintura. O in zone particolarmente dolorose.

Dunque: risultato immutato, con pedine che si spostano senza andare sempre a dama. Per dire che - almeno per il momento - non si tratta di nuove aperture, ma di spostamenti, ampliamenti, trattative in corso, restando invariato il numero delle presenze commerciali.

Centro storico, la Bottega del Tartufo si trasferisce in corso Vannucci

Ad esempio, come abbiamo scritto già ieri in anteprima, la Bottega del Tartufo si sposterà nell’ex Fagioli, lasciando così libera una casella in cima al corso. Notizia confermata dall’indiscrezione che il contratto di locazione (a condizioni vantaggiose per entrambi i contraenti) sia stato sottoscritto proprio nella mattinata di ieri. Divinazione? No: solo indiscrezioni, confermate dai fatti.

Un giro di valzer e niente di più. Perché - ripetiamolo - il tutto avviene lasciando invariato il numero complessivo degli esercizi. Si cerca, per così dire, di mettersi più comodi. E non può essere che un bene.

Tornando a via delle  Volte, quei locali - dopo aver visto le scintille della forgia di fabbro, e odorato di cioccolato - accoglieranno le eleganti mises e i lussuosi accessori di un noto marchio viciniore, già in stretto rapporto coi locali dei canonici. Si parla di contratto già sottoscritto da un commerciante con gli occhi a mandorla. C’è chi ci giura. Trattandosi di proprietà ecclesiastiche, noi diciamo, come san Tommaso: “Se non vedo, non credo”.

E il prestigioso pasticciere, dove l’“arlocamo”? Dovrebbe andare in una via dell’acropoli a intensa vocazione commerciale. Ma l’attivissimo operatore immobiliare che farà la transazione ci chiede bocca cucita. Una location di lusso, bella, spaziosa e di sicuro appeal. Assicura il noto immobiliarista che l’Inviato Cittadino sarà il primo a saperlo e a darne notizia.

Altri giochi sono in atto, ma con riservatezza. È ufficiale, ad esempio, che il bel negozio d’abbigliamento di Paolo Mariotti si sposterà in altra sede fin dai primi di marzo. E qualcun altro riempirà quella casella. È certo - e ce ne dispiace - che il profumiere Bottini e Mariotti, amici e vicini “di casa”, non saranno più a contatto di gomito. Comunque sia: buona locazione, buona locazione a tutti!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento