Attualità

INVIATO CITTADINO Perugia, al liceo 'Bernardino Di Betto' corsi serali per adulti che guardano al mondo dell’arte

I corsi sono strutturati in tre periodi didattici, articolati in un biennio e un terzo anno finale

Formazione degli adulti. Il Liceo “Bernardino Di Betto” di Perugia istituisce corsi serali per chi intenda avvicinarsi al fantastico mondo dell’arte. All’insegna dell’aureo detto “Non è mai troppo tardi”. Ma non è la scuola del maestro Manzi, quello che alfabetizzò tanti italiani, attraverso il mezzo rivoluzionario della televisione (primo esempio di DAD, ante litteram). Al contrario, si offre una formazione di rango, ben oltre la semplice informazione abborracciata e frettolosa. Non rispondendo – questo è certo –  all’esigenza di sfornare “pezzi di carta”, più che soggetti preparati e consapevoli.

Per quanti abbiano interrotto gli studi di scuola superiore, ma riscoprano l’intenzione di rimettersi in gioco. Per quelli che hanno represso una vocazione artistica, perché pressati da altre più urgenti esigenze. Ma anche per coloro (anche già impegnati in un’occupazione) che abbiano a suo tempo conseguito un diploma o una laurea, ma sentono l’urgenza di seguire un corso d’Arte di alto profilo.

Un corso di qualità, con docenti al top, disponibili a sostenere giovani e adulti che intendano acquisire o sviluppare conoscenze e competenze. Ossia l’arte del “sapere” e quella del “saper fare”. I corsi offerti dalla Di Betto sono strutturati in tre periodi didattici, articolati in un biennio ed un terzo anno finale. Che equivale al privilegio di poter conseguire il diploma in soli tre anni. 

“Il nuovo sistema di istruzione permanente - precisa la docente Caterina Martino - si propone la valorizzazione del patrimonio culturale e professionale di ciascuno, a partire dalla ricostruzione della propria storia individuale”. 

In che modo?
“Tale patrimonio si riflette sul Patto Formativo Individuale (PFI)”

Di che si tratta?
“Di  un ‘contratto condiviso’, sottoscritto tra l’adulto, la Commissione valutatrice e il Dirigente dell’istituzione scolastica e formativa”.

Che significa, in pratica?
“Il Patto Formativo prevede la possibilità di un percorso flessibile che, grazie al riconoscimento dei crediti, consente l’abbreviazione del cammino scolastico”.

È possibile utilizzare la Didattica a distanza?
“Il Patto Formativo Individuale prevede, nelle modalità definite dalla scuola, anche la possibilità di formazione a distanza”.

In che percentuale?
“Nella misura che non ecceda il 20% del monte ore complessivo di formazione prevista dal Piano”.

Dove, da quando, e fino a quando, ci si può iscrivere?
“Le iscrizioni sono aperte da gennaio e si chiudono il 31 maggio. Ci si può rivolgere presso la  segreteria della scuola. Per acquisire ulteriori dettagli: pgsd03000p@istruzione.it”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Perugia, al liceo 'Bernardino Di Betto' corsi serali per adulti che guardano al mondo dell’arte

PerugiaToday è in caricamento