Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

INVIATO CITTADINO Franco Bozzi, il rosso come metafora di vita

Il ricordo del professore e intellettuale scomparso di recente, un uomo segnato dall’eccezionalità di intelligenza e cultura

Franco Bozzi. Il rosso come metafora di vita. Le volontà di un uomo segnato dall’eccezionalità di intelligenza e cultura. Scompare una persona straordinaria, unica per sapere, rigore morale, coerenza  e stile. Prova vivente di autorevolezza senza supponenza.

È uscito dalla vita in punta di piedi. Ha voluto, e la famiglia con lui, che la notizia della sua scomparsa si desse dopo le esequie. E a questa volontà ci siamo attenuti. I resti umani di un corpo sofferente, sublimati nelle ceneri della cremazione, sulle orme di tanti perugini illustri, a far capo da Ariodante Fabretti. Nessuno degli amici ha potuto essere presente all’ultimo atto. Né abbiamo inteso forzare la mano. 

L’estremo saluto: quello della moglie Mimmi, delle figlie Sonia e Vania, dal genero Salvatore, dei due nipoti adorati Antonio e Angelo. Quante volte, da via Placido Acquacotta, in Ponte d’Oddi, ho visto Franco giocare con quei bambini per i quali aveva perso la testa: un amore assoluto e incondizionato. Lo apostrofavo da sopra: “Franco, fai il nonno?”. O anche: “Franco, vieni oggi a quel concerto?”. “Non posso, ho i nipoti”, mi ha risposto, orgoglioso, più d’una volta.
Ci dice la figlia Vania: “Prima della cremazione, secondo le sue volontà, sulla sua bara c’era una composizione di garofani rossi”. Già, il rosso, colore dominante di una vita. Il garofano rosso del socialismo. Il rosso della passione per la Ferrari. Il rosso del “diavolo” Milan. 

Franco se n’è andato in una bella giornata di sole, quel sole che lui tanto amava. Il sole, dietro al libro della politica e del sapere. Coltivando il sogno di un futuro radioso per una società finalmente liberata dall’angustia del bisogno e dell’ignoranza. Quella in cui ha creduto e per la quale si è sempre battuto. Perdendo anche tante battaglie. Con l’orgoglio di averle fatte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Franco Bozzi, il rosso come metafora di vita

PerugiaToday è in caricamento