INVIATO CITTADINO Nuove aperture a Perugia: l'avventura di Paolo, figlio d’arte del mitico Alberto

Un’inaugurazione col botto. Anzi…col Bottini. A Canneto una autentica folla a condividere la nuova avventura

Paolo con le sue collaboratrici Francesca, Francesca, Valentina e Anna

Un’inaugurazione col botto. Anzi…col Bottini. A Canneto una autentica folla a condividere la nuova avventura di Paolo, figlio d’arte del mitico Alberto, princeps tonsorum et rex unguentariorum (latinorum che in lingua italiana sta per “principe dei barbieri e re dei profumieri”). Alberto ha tante vittorie nel suo medagliere e il figlio Paolo lo segue, sebbene impegnato anche nel versante femminile, con una serie di servizi che non è qui il caso di enumerare.

Una bellissima iniziativa. Se il giudizio non è falsato dall’amicizia e dall’affetto che l’Inviato Cittadino nutre nei confronti di questa famiglia di artigiani e imprenditori perugini, grandi lavoratori e persone di specchiata correttezza.

L’arredamento dell’atelier d’estetica è, in parte, frutto della tradizione e degli oggetti di famiglia: specchio liberty di grandi dimensioni, proveniente dal laboratorio di corso Vannucci, lampade griffate, su sfondo di pareti dominate dal bianco luminoso.

Come ogni inaugurazione che si rispetti, beveraggi, dolci e panini. Fino alla torta, tagliata dallo stesso Paolo e dalla sua consorte, e distribuita a tantissime persone di tutte le età.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emozionato saluto di Paolo, giovane uomo del fare. Commozione dei genitori Alberto e Marinella. Da domani ricomincia una nuova avventura di servizio e di lavoro, per Paolo e per le sue brave collaboratrici (Francesca, Francesca, Valentina e Anna) che vi proponiamo nella foto ricordo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

  • Coronavirus, su Facebook e WhatsApp è tornata la bufala di Elisa Montagnoli

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento