Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

INVIATO CITTADINO Mugnano in ebollizione: "Non siamo degli appestati"

La popolazione è irritata per le reazioni nevrotiche alla notizia che tre concittadini sono risultati positivi al test del coronavirus

Mugnano in ebollizione. La gente protesta… “Non siamo degli appestati”, rispondono a chi li segna a dito. La popolazione è irritata per le reazioni nevrotiche alla notizia che tre concittadini sono risultati positivi al test del coronavirus.

Una situazione decisamente imbarazzante, dicono. “La gente dei paesi vicini è prevenuta, ci presenta come degli ammorbati, o addirittura degli untori, mentre si tratta di casi di nessun rilievo. È tutto a posto, in sicurezza”.

Osservano: “Perché hanno fatto il nome del paese? Forse volevano evitare che la notizia si ripercuotesse negativamente su Perugia?”.

Si lamentano: “In altri casi è stato fatto il nome del Comune. Come per Corciano. Si è detto Corciano, non Girasole o altri quartieri della patria di Coragino”.

Osservano: “Mugnano è ancora un paese sicuro dove poter venire: tutti gli esercizi commerciali sono aperti e rispettano le misure di sicurezza inerenti al covid”.

Aggiungono: “Ci sono tre casi accertati di un nucleo familiare che è in isolamento”

Precisano: “Il primo tampone effettuato alle persone venute a contatto con i tre contagiati è risultato negativo per tutti. Dunque, cosa c’è da temere?”.

E dire che i mugnanesi, in occasione della pandemia, hanno attivato iniziative lodevoli, come quella – posta in essere dalla Proloco – della distribuzione gratuita delle mascherine casa per casa, famiglia per famiglia.

Dicono: “Francamente, ci sembra di non aver meritato questo bando d’infamia”.

Risultato: “Un danno d’immagine. Un danno economico. Un ostracismo nei confronti delle persone e delle attività economiche locali, Stiamo subendo un’ingiustizia”.

Insomma. Una brutta pagina che si sarebbe potuta risparmiare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Mugnano in ebollizione: "Non siamo degli appestati"

PerugiaToday è in caricamento