rotate-mobile
Attualità

INVIATO CITTADINO Montegrillo, polemiche al calor bianco: che fine farà la scuola media?

Open Day tra genitori e Dirigente Scolastico per discutere il futuro della scuola

Open Day tra genitori e Dirigente Scolastico per discutere il futuro della Scuola Media di Montegrillo, Istituto comprensivo Perugia 1. Quella media deve tornare a vivere. Polemiche al calor bianco.

Intanto c’è stato un primo focus in videoconferenza fra abitanti e/o rappresentanti di associazione del quartiere Ponte d’Oddi e Montegrillo.

Ma la risposta è stata deludente. Alla riunione virtuale hanno aderito poche persone: non si sa per disinformazione, difficoltà di collegamento o disinteresse.

Eppure le proteste per la chiusura ci sono state. E piuttosto vivaci.

Si dice che si sia far voluto morire di asfissia quella scuola. Addebiti e lamentele legate alla scelta di privare la sede di Montegrillo dell’insegnamento musicale, generosamente impartito alla sede centrale di Elce.

Dice Fausto Pelliccia, animatore e conoscitore del territorio, che la popolazione di Ponte d’Oddi-Monte Grillo è letteralmente dimezzata: da 5000 a 2500 residenti. E il forte turn over dei docenti osta alla continuità educativa e didattica.

Per quanto attiene alla posizione dei genitori, ci si lamenta, inoltre, del profilo culturale e professionale di docenti – dicono alcuni residenti – “qui confinati per disegnare il profilo di una scuola di serie B”. Ma si tratta di accuse tutte da verificare e, ovviamente, smentite dalla dirigenza.

Sta di fatto che numerose famiglie – vere o false che fossero le accuse sul contestato livello formativo della sede – hanno rinunciato alla comodità della scuola di quartiere. Iscrivendo i figli in centrale o in altre scuole cittadine. Mancano i laboratori, manca tutto. Mancata progettualità. Allora, li mando altrove. Ecco la conseguenza.

Il prossimo incontro col dirigente, sempre per via telematica, è fissato per domani, 10 dicembre. Si prevede burrasca. O calma piatta. Rassegnazione. Considerando che c’è chi ritiene il crollo delle iscrizioni inevitabile e, conseguentemente, irreversibile la decisione di chiudere una scuola. Che può vantare un passato di livello e classi affollatissime. Parlo per esperienza personale. Sia come insegnante, che come familiare di mio nipote Giuseppe, uscito l’anno scorso proprio da questa scuola.

Circa il primo contatto, scrivono: “La riunione, iniziata alle 21:15, è terminata alle 23:30 circa. Sono emerse diverse problematiche che in occasione della riunione ufficiale con il dirigente dell’Istituto Comprensivo Perugia 1, prevista online per il 10 dicembre alle ore 18:00 saranno riportate alla sua attenzione”.

La prima riunione in modalità on-line è prevista, appunto, per domani. La seconda, in presenza, sabato 15 gennaio dalle 9:30 alle 12:30. Contemporaneamente nelle tre sedi. Il che esclude la presenza della dirigente in almeno due delle tre. E non manca chi legge in questa scelta un aspetto inopportuno. Come fa, il dirigente, ad essere contemporaneamente presente nelle tre sedi? Sarà una scelta casuale?

Fanno sapere i rappresentanti delle Associazioni di quartiere: “Se sei abitante o rappresentante di un'associazione del quartiere Ponte d'Oddi e Montegrillo e sei interessato parlarne in video conferenza, prima delle riunioni ufficiali, invia la tua e-mail a: asdmontegrillo@gmail.com per ricevere l'invito o per avere informazioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Montegrillo, polemiche al calor bianco: che fine farà la scuola media?

PerugiaToday è in caricamento