Attualità

INVIATO CITTADINO MercatElce, la trota affumicata va a ruba

La propone l’azienda di Cristina Teodor che viene da Campodiegoli, in quel di Fabriano

Trionfa, al MercatElce, il banco della trota affumicata. La propone l’azienda di Cristina Teodor che viene da Campodiegoli, in quel di Fabriano. I perugini hanno scoperto questa golosità, prodotta e confezionata in una piccola azienda di acquacoltura di montagna, situata in prossimità dello spartiacque tra Marche e Umbria. Tanto che gli elcini fanno la fila davanti a questo banco, al Mercatino dell’ultimo sabato del mese.

Ci racconta Cristina (in foto con un collaboratore): “L’allevamento in vasche è alimentato da acqua di sorgente proveniente direttamente dai monti”.

Da sottolineare che l’azienda confina con l’area naturale del monte Cucco.

Precisa: “La produzione di pesce è limitata, ma di eccellente qualità. Alleviamo trote salmonate e trote fario, storioni e gamberi d’acqua dolce”.

Come procedete?

“L’azienda è dotata di un laboratorio artigianale per l’affumicatura a caldo del pesce”.

Dopo la cattura, quale il trattamento?

 “Per affumicare le trote salmonate utilizziamo un forno a legna; la scelta del tipo di legna conferisce il mix di aromi naturali che inconfondibilmente caratterizza il pesce”.

Quali le altre particolarità?

“Non si tratta di legna qualunque, ma a quella dei nostri boschi aggiungiamo bacche di ginepro e foglie di alloro”.

A quale titolo partecipate a questo mercatino biologico?

“Il nostro prodotto è solo natura. La trota salmonata che proponiamo è frutto di saperi e sapori che ignorano aromi artificiali e trattamenti industriali. È preparata nel solco di un’antica tradizione ed è per questo che sta bene nel Mercatino dei prodotti biologici”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO MercatElce, la trota affumicata va a ruba

PerugiaToday è in caricamento