INVIATO CITTADINO Anche la zona dietro San Domenico è al buio

Ce lo segnala il lettore Giuliano Cianelli, a seguito del nostro servizio sulla sostituzione (nell’acropoli) di vecchi riflettori con proiettori a led di ultima generazione

Anche la zona retrostante San Domenico è al buio. Ce lo segnala il lettore Giuliano Cianelli, a seguito del nostro servizio sulla sostituzione (nell’acropoli) di vecchi riflettori con proiettori a led di ultima generazione, con benefici di carattere qualitativo e contenimento dei consumi.

“La retrofacciata della Chiesa di S. Domenico (quella delle vetrate) è da diversi mesi al buio, a causa di un semplice faro che la illuminava, andato fuori uso. E nessuno sembra preoccuparsene”, scrive. La circostanza è grave perché siamo in presenza di una delle più straordinarie emergenze di carattere storico, artistico, religioso della Vetusta. La soluzione – suggerisce Cianelli – non è certo complicata, dato che “Basterebbe chiedere ai Vigili del Fuoco della caserma vicina di intervenire con una semplice scala per sostituire il riflettore”.

Con l’occasione non sarebbe male provvedere alla sostituzione di quello guasto con un proiettore tecnologicamente aggiornato. Cose di poco conto, si dirà. Ma questi “particolari” acquistano senso per quanti – noi e Cianelli tra questi – amano vedere la città a posto.

“Credo – conclude Cianelli – che chi decidesse di intervenire si guadagnerebbe la riconoscenza dei residenti di prossimità”. Giriamo la segnalazione al presidente di Italia Nostra, l’architetto Luigi Fressoia, che peraltro risiede proprio nella zona in parola. Perché si faccia latore dell’istanza nei confronti del Comune di Perugia presso il quale lavora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento