rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Attualità

INVIATO CITTADINO L’Umbria fa strike alla Biennale d’arte Internazionale di Roma

Grande soddisfazione nel milieu artistico locale e nazionale

L’Umbria fa strike alla Biennale  d’arte Internazionale di Roma, XIII e XIV edizione. Grande soddisfazione nel milieu artistico locale e nazionale. Fra i vincitori, ben tre rappresentanti dell’edizione tenuta alla Galleria Artemisia dell’indimenticabile Giuseppe Fioroni. 

Trasferita dal Salone Apollo della Penna alla Galleria Artemisia la mostra selezione per la XIII Biennale di Roma

Ne parlammo con evidenza riferendone il profilo nazionale. 

Chiusura in grande stile della Prima Selezione Città di Perugia, dopo un mese e mezzo di mostra

La settimana scorsa, nella prestigiosa Sala della Protomoteca, in Campidoglio, si è tenuta la  Cerimonia di premiazione dei Vincitori della Biennale  d’Arte Internazionale di Roma: Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri [è da precisare che le due edizioni sono state accorpate data la sospensione per le note limitazioni covid]. 

FOTO - L’Umbria fa strike alla Biennale d’arte Internazionale di Roma


(foto Sandro Allegrini)

Sono risultati vincitori ben 30 artisti (15 per ogni edizione) rispettivamente nelle categorie pittura, scultura e fotografia.

Fra i vincitori figurano 3 artisti, filtrati nella selezione umbra. 

L’Umbria e Perugia trionfano alla XIII Biennale d’Arte di Roma, kermesse di livello nazionale

In primis Alessia Cigliano, che si conferma caposcuola nella difficilissima tecnica dell’olio a spatola. L’opera, dal titolo “Tutta ‘n’ata storia” racconta uno spaccato sociale e antropologico della Napoli dei quartieri popolari. Non folclore, ma riflessione su una filosofia di vita e su elementi di costume, raccontati dalla penna di Eduardo e La Capria.

Alloro anche per Romeo Battisti, ormai di casa fra i travertini della Vetusta (tecnica mista su pannello- titolo dell’opera: “Meditazione”) e per lo scultore Ulderico Cassetta, con “Una spiritualità mai raggiunta”, opera in cui stigmatizza la violenza di genere. 

Tre opere che condividono linguaggi in grado di fondere classicità d’impostazione con modernità di approccio e potenza tematica.

L’evento, molto partecipato, ha visto anche momenti di glamour con sfilate di moda. In efficace sintesi di cultura e socialità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO L’Umbria fa strike alla Biennale d’arte Internazionale di Roma

PerugiaToday è in caricamento