menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO La Costituzione della Repubblica Romana è custodita in Augusta

Il 9 febbraio ricorre l’anniversario della fondazione della Repubblica Romana. E la Costituzione è in Augusta. Festa patriottica e conferenza perugina per rendere omaggio a quello storico documento, approvato in Campidoglio il 3 Luglio 1849

Il 9 Febbraio ricorre l’anniversario della fondazione della Repubblica Romana. E la Costituzione è in Augusta. Festa patriottica e conferenza perugina per rendere omaggio a quello storico documento, approvato in Campidoglio il 3 luglio 1849.

Spieghiamo come mai la Costituzione sta a Perugia, parlandone con lo storico Gian Biagio Furiozzi.

“La circostanza si spiega con il fatto che essa vi fu portata dal deputato dell’Assemblea Costituente Giovanni Pennacchi, originario di Bettona, uno dei Segretari dell’Assemblea stessa, insieme ad Ariodante Fabretti”.

Da rilevare il fatto che Perugia partecipò (eleggendo 5 Delegati) alla Assemblea Costituente della Repubblica romana ed ebbe oltretutto l’onore di annoverare due suoi concittadini, Ariodante Fabretti e Giovanni Pennacchi, come Segretari.

Come andarono le cose?

“Mentre Fabretti partì subito in esilio per la Toscana e poi per il Piemonte, Pennacchi si trattenne per qualche tempo a Perugia, e quindi conservò il testo della Costituzione, contenente le firme autografe di tutti i 200 deputati romani”.

È significativo ricordare che Pennacchi tenne nascosto nella propria abitazione il documento fino alla sua morte. I familiari lo donarono al Comune e da qui passò all’Augusta. La Costituzione è conservata presso la Sala Cassaforte, gelosamente custodita, ma ne è stata realizzata una copia a disposizione degli studiosi.

Ricordiamo poi, con Furiozzi, che Pennacchi, tornato successivamente fra i travertini della Vetusta, sarebbe stato eletto Magnifico Rettore dell’Università degli Studi.

E per quanto attiene al Fabretti, fra le tante iniziative di carattere culturale e sociale, rammentiamo che fu il convinto promotore del Museo Egizio di Torino. E qui, nella Città d’Euliste, fondò la Società per la cremazione, tuttora attiva. Le sue ceneri (e quelle di molti grandi perugini) sono conservate nel Tempio adiacente al Crematorio al cimitero di Perugia (una struttura che avrebbe bisogno di una robusta manutenzione).

Il professor Furiozzi ci comunica che, in occasione dell’anniversario, sarà organizzata una Tavola Rotonda nella sede della Biblioteca Augusta, se possibile in collegamento con le scuole umbre.

Lo scoop storico-scientifico di Furiozzi

È opportuno menzionare uno dei meriti di Gian Biagio Furiozzi per aver pubblicato una lettera inedita di Giuseppe Mazzini ad Ariodante Fabretti (conservata sempre nella Biblioteca Augusta), nella quale si parla degli amici mazziniani che combatterono nella Repubblica Romana.

Attualizzando. Segnalo che, su iniziativa del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, è stato realizzato il “Muro della Costituzione Romana”. Un monolite in ferro e calcestruzzo con incise le circa 10.000 lettere che compongono il testo della Costituzione della Repubblica Romana del 1849.

Il manufatto fu inaugurato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Domani parleremo ancora di cimeli della Repubblica Romana conservati nella nostra città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento