Attualità

INVIATO CITTADINO Festa al Parco dei Rimbocchi, la comunità nigeriana si ritrova

È ormai una tradizione consolidata del 14 agosto

La comunità nigeriana si ritrova in festa al Parco dei Rimbocchi. È ormai una tradizione consolidata. Il 14 agosto è la giornata della solidarietà dell’Associazione Culturale English Catholic Community Perugia (che dispone anche di una pagina Facebook (17) Associazione Culturale English Catholic Community Perugiaeccp | Facebook), capitanata da William Edoziogor.

Da molti anni a Perugia, William ha praticato commercio e importazione di prodotti africani che distribuiva ai venditori ambulanti. Poi la crisi economica e il ripiegamento sulle attività agricole con prodotti del suo Paese.

Oltre a cipolle, peperoni, pomodorini, e ortaggi simili, William e i suoi coltivano ‘aguleri’, una pianta da cui si ottiene un infuso miracoloso [È arrivata in Umbria la meravigliosa foglia di Aguleri, panacea per tutti i piccoli disturbi (perugiatoday.it)] decongestionante, disintossicate, antipertensivo e tanto altro. Chi scrive l’ha sperimentato buttando nel cestino alcuni farmaci che assumeva abitualmente [Facebook].

Da agosto a settembre vende anche ‘okra’, una speciale insalata diffusa in oriente e in Africa, consumata cruda o cucinata in varie maniere.

Ha una bella famiglia con la moglie Ebele e quattro figli.

William Edoziogor svolge molte funzioni culturali, sociali, solidaristiche.

Ad esempio, accoglie sacerdoti cattolici che hanno bisogno di apprendere la lingua italiana. Ne abbiamo visti e conosciuti diversi (foto in gallery).

Nei confronti di africani disoccupati, cerca di coinvolgerli facendoli lavorare in agricoltura. Aiuta, poi, quanti soffrono di mal d’Africa e desiderano tornare al proprio Paese, per nostalgia o perché non hanno trovato quanto si attendevano.

Ultimamente, con la sua Associazione cerca di convincere a vaccinarsi quanti temono gli effetti del siero e se ne tengono lontani.

William è figlio di un capo tribù africano da cui ha appreso tradizioni, valori, stili e saperi che cerca di conservare e tramandare ai propri figli. Lo fa di rado ma, in occasioni speciali, si veste dei suoi paramenti e manifesta la propria orgogliosa fedeltà alla sua storia familiare e personale.

Sia detto fra noi, considero William un mio figlioccio e cerco di aiutarlo quando lo vedo in difficoltà. Perché è una persona buona e generosa. Direi che ha la generosità tipica dei poveri. Quella più alta e meritevole. Davanti a Dio e agli uomini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Festa al Parco dei Rimbocchi, la comunità nigeriana si ritrova

PerugiaToday è in caricamento