rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

INVIATO CITTADINO Coronavirus, l'arte reagisce così

Un esempio lampante viene da Giuseppe Fioroni, ex business man, artista, gallerista, musicista

L’arte reagisce con ironia. Anche a malanni e sciagure come il coronavirus. Un esempio lampante viene da Giuseppe Fioroni, ex business man, artista, gallerista, musicista. Enologo di vaglia e gourmet, Giuseppe non rinuncia ai piaceri della buona tavola e di una sana convivialità, condivisa con amici e ospiti.

Una specialità, divertente e divertita, di Fioroni sono gli oggetti d’uso comune, trasformati in prodotti d’arte, mediante una robusta e creativa dose di pennellate di colori che urlano la gioia di vivere. Lo fa con cravatte e bastoni, cappelli e strumenti. Lo ha fatto perfino con una Vespa e una Cinquecento. Non poteva dunque mancare la mascherina, rivitalizzata dal bianco smorto ai colori della vita.

Il fatto che l’abbia indossata a tavola è ovviamente uno scherzo, un modo di sdrammatizzare ed esorcizzare la malattia e la morte, levando un inno all’esistenza. Fatto di colore e d’ironia. Eccolo in pagina nel suo “pranzo in maschera”. Ovvero come affrontare la diffusione “virale” con atteggiamento giocoso e “virile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Coronavirus, l'arte reagisce così

PerugiaToday è in caricamento