menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Coronavirus, l'arte reagisce così

Un esempio lampante viene da Giuseppe Fioroni, ex business man, artista, gallerista, musicista

L’arte reagisce con ironia. Anche a malanni e sciagure come il coronavirus. Un esempio lampante viene da Giuseppe Fioroni, ex business man, artista, gallerista, musicista. Enologo di vaglia e gourmet, Giuseppe non rinuncia ai piaceri della buona tavola e di una sana convivialità, condivisa con amici e ospiti.

Una specialità, divertente e divertita, di Fioroni sono gli oggetti d’uso comune, trasformati in prodotti d’arte, mediante una robusta e creativa dose di pennellate di colori che urlano la gioia di vivere. Lo fa con cravatte e bastoni, cappelli e strumenti. Lo ha fatto perfino con una Vespa e una Cinquecento. Non poteva dunque mancare la mascherina, rivitalizzata dal bianco smorto ai colori della vita.

Il fatto che l’abbia indossata a tavola è ovviamente uno scherzo, un modo di sdrammatizzare ed esorcizzare la malattia e la morte, levando un inno all’esistenza. Fatto di colore e d’ironia. Eccolo in pagina nel suo “pranzo in maschera”. Ovvero come affrontare la diffusione “virale” con atteggiamento giocoso e “virile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento