rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità

INVIATO CITTADINO Cimitero (nuovo) di Monterone, si lavora per la sicurezza e la dignità di ripiani e scalinata

L’Inviato Cittadino ha preso armi e bagagli (leggi: taccuino e macchina digitale) per un sopralluogo che aiuti a fare chiarezza

Cimitero (nuovo) di Monterone. Si lavora alacremente per ricondurre in sicurezza e dignità ripiani e scalinata.

Ne abbiamo segnalato più volte l’esigenza, sottolineando la lentezza e i ritardi nell’esecuzione e relativa conclusione dei lavori.

INVIATO CITTADINO Cimitero di Monterone, quando partono i lavori?

L’Inviato Cittadino ha preso armi e bagagli (leggi: taccuino e macchina digitale) per un sopralluogo che aiuti a fare chiarezza, informando doverosamente i lettori, sempre attenti a questioni di carattere cittadino.
Abbiamo trovato in loco Gianluca Chiostri, responsabile di cantiere dell’Impresa Decoro Urbano e in attività con alcuni dipendenti.

FOTO Cimitero (nuovo) di Monterone, si lavora su ripiani e scalinata

LE RAGIONI DEL RITARDO - “Si tratta - ci informa l’artigiano edile - di un lavoro estremamente complesso, data la difficoltà e l’ampiezza dell’intervento che interessa i pianerottoli e le diverse scalinate sulla destra di chi entra”.

LA CARENZA DI MATERIALI - “Un altro problema che rallenta i lavori è quello della mancanza di materiale in travertino. È diventato difficile da trovare: occorre prenotarlo e attendere le consegne. Abbiamo cercato anche di riutilizzare le lastre intatte”.

L'INVIATO CITTADINO È arrivata la ricorrenza dei defunti, ma a Monterone i lavori sono ancora per aria

LE DIFFICOLTÀ DEL RIUSO - “Maneggiare lastre di oltre un metro, pesanti quintali, non è stato facile. Abbiamo dovuto alzarle, posarle sulla macchina e tagliarle, eliminando le parti ammalorate e riducendone notevolmente le dimensioni”.

LA DISOMOGENEITÀ DEI COLORI - All’Inviato Cittadino che aveva messo in rilievo il contrasto fra il bianco dei nuovi e il nero dei vecchi materiali, Chiostri spiega che, a lavoro ultimato, tutte le superfici e i gradini “verranno trattati con acido e lancia ad alta pressione che li renderà candidi e omogenei”.

LA DIVERSITÀ È BELLEZZA - Le lastre di misure diverse, una volta stuccate e levigate, daranno l’idea di un mosaico che costituisce un valore aggiunto in termini di estetica. In effetti sono state dislocate in modo gradevole e armonico: si direbbe quasi “artistico”.

SOLIDITÀ E DUREVOLEZZA - “Abbiamo rifatto il fondo, gittato su rete metallica con le autobotti di cemento. Un lavoro che metterà in sicurezza e conferirà una stabilità mai vista”.

TEMPI LUNGHI ALLA CONCLUSIONE - Ci si chiede quando potremo scrivere la parola fine, documentandola fotograficamente a beneficio dei lettori. “Stiamo finendo il primo pianerottolo e le prime due rampe di scale. Poi procederemo verso l’alto, nei modi e nei tempi che le condizioni meteorologiche e la disponibilità di materiali ci consentiranno”.

INVIATO CITTADINO Lampade votive in tilt al cimitero di Monterone

SCOPERTE - “Abbiamo anche individuato - aggiunge Chiostri - delle zone di raccolta delle acque meteoriche completamente chiuse. Da qui la necessità di ricollegarle, al fine di evitare che l’acqua dorma in certe zone, provocando danni conseguenti”

SPIGOLATURA PERSONALE - La conclusione dei lavori sarà una vera soddisfazione anche per quanti non hanno dimenticato la figura di Giuseppe Fioroni: business man, artista a tutto tondo, uomo di straordinaria generosità. Amici e familiari potremo salire, in serenità e sicurezza, alla Cappella dove l’amatissimo Peppe riposa. Celebrando con mestizia il primo Natale senza di lui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Cimitero (nuovo) di Monterone, si lavora per la sicurezza e la dignità di ripiani e scalinata

PerugiaToday è in caricamento