rotate-mobile
Attualità

INVIATO CITTADINO Cerimonia di premiazione della prima Edizione del Concorso Letterario Borgobello

È la cultura che rende liberi. Le parole di Tuteri

Cerimonia di premiazione della 1° Edizione del Concorso Letterario Borgobello. È la cultura che rende liberi. Le parole di Tuteri, a commento dell’opera di Bansky che rappresenta dei bambini con indosso un giubbotto anti proiettile.

La cultura aiuta a vincere la paura. E toccherebbe aggiungere al dizionario la parola “bambinità”. Per descrivere la somma di sogni, pulsioni, aspirazioni, gioia di vivere, diritti… Insomma: una condizione esistenziale unica e irripetibile, sebbene comune all’intera umanità. 

FOTO - Cerimonia di premiazione della prima Edizione del Concorso Letterario Borgobello


(foto Sandro Allegrini)

“L’Accademia della Crusca – racconta il vicesindaco Gianluca Tuteri – ha rifiutato di inserire il termine, adducendo la giustificazione (sacrosanta, ndr) che è l’uso a imporre l’inclusione nel dizionario”. E, purtroppo, l’uso del termine, e la rivendicazione dei diritti dei bambini, è di là da venire.

E però la scrittura si configura come elemento di crescita e di sicura emancipazione. Tanto basta.

Alla Sala dei Notari una folla di bambini, familiari e insegnanti per assistere alla premiazione di un concorso che ha visto in gara ben 70 alunni delle classi quarte e quinte (8-10 anni) di scuole elementari del territorio perugino (fino alla scuola di Tuoro sul Trasimeno).

Valutazioni espresse da due giurie: junior e senior. La prima costituita da tre classi quinte della scuola cittadina XX Giugno e dai bambini della redazione del Giornale “Perugia Tomorrow”. La seconda da adulti.

L’evento è stato presentato da Katia Carlini e dalla piccola Sveva Randazzo. I lavori vincitori (troppo disuguali per ampiezza: occorreva indicare una misura massima!) sono stati proposti in lettura interpretata dall’attore Roberto Biselli che ha entusiasmato il pubblico.

Temi affrontati quelli di pura fantasia, ma anche corpose problematiche, come quella del destino del Pianeta.

Grande emozione per tutti. Con l’archeologa Luana Cenciaioli, presidente di Borgo Bello, che ha consegnato coppe e riconoscimenti.

I bambini partecipanti hanno ricevuto una medaglia. A ricordo di un’occasione in cui tutti hanno vinto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Cerimonia di premiazione della prima Edizione del Concorso Letterario Borgobello

PerugiaToday è in caricamento