rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Attualità

INVIATO CITTADINO Centro storico, riaperto il Caffè Morlacchi

Finalmente l’ispettore Serafino torna nel suo ‘ufficio’. Gongola lo scrittore Santi Parlagreco

Finalmente l’ispettore Serafino torna nel suo ‘ufficio’. Gongola Parlagreco. Riaperto il Caffè Morlacchi nell’omonima piazza.

Il servizio viene svolto solo all’interno e non nei dehors esterni in adiacenza alla biblioteca interdipartimentale ex Gelsomini. Dato che quello spazio è attualmente utilizzato come area di sosta per i mezzi pubblici. Almeno fin tanto che non saranno completati i lavori di consolidamento e ripulitura alla facciata dell’isola della Cattedrale che prospetta piazza Cavallotti. Zona che andava assolutamente decongestionata.

INVIATO CITTADINO Piazza Cavallotti, un intasamento insopportabile dopo le impalcature: ecco come fare per risolvere il problema

Spieghiamo, dunque, chi è e cosa c’entra con questa riapertura l’ispettore Serafino.

Costui è il protagonista di una serie di gialli perugini, scritti da Santi Parlagreco, scrittore-editore (con etichetta Sarapar), inventore del giallo per i quartieri di Perugia, ai quali fece da apripista, nel 2008, “Il bronzo insanguinato” (Morlacchi editore). Storie raccolte poi nella silloge narrativa, di oltre 450 pagine, “Cinque passi nel giallo. Avventure nei rioni” (2017), con altrettante storie, in bilico fra thriller e noir, dedicate a ciascuno dei cinque borghi della Vetusta.

L’ispettore Serafino, dongiovanni impenitente, arguto e sornione, tiene “ufficio” al Caffè Morlacchi dove fa colazione, pensa, incontra gente, osserva il mondo universitario che ruota intorno a quel luogo, standosene in un angolo tranquillo, con sigarette e giornale.

Naturalmente, la notizia della riapertura ha spronato l’amico Santi, creatore del personaggio, a precipitarsi per prendere un buon caffè. Evocando ricordi di letteratura, di entusiasmo, di creatività.

Anche l’Inviato Cittadino ha memorie legate a quel luogo, fin dagli anni belli di quando, studente di Lettere e Filosofia, bazzicava per Palazzo Manzoni-Alfani e dintorni.

Un ritorno, dunque, mentale e materiale. Auguri al Caffè Morlacchi e all’ispettore Serafino.

Ho chiesto all’amico scrittore di far rivivere quel prototipo di Maigret alla perugina. Disincantato poliziotto col dónca. Dice che forse riporta in vita il personaggio. Vedremo!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Centro storico, riaperto il Caffè Morlacchi

PerugiaToday è in caricamento