menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In dirittura d’arrivo i lavori per trasformare quell’edificio cadente in Casa dei Poveri

Accade al civico 35 di corso Bersaglieri di Perugia

In dirittura d’arrivo i lavori per trasformare quell’edificio cadente in Casa dei Poveri. Accade al civico 35 di corso Bersaglieri, in una proprietà della Confraternita di San Giovanni Battista, la cui presidenza fa capo ad Amilcare Conti, segretario personale del cardinale Bassetti.

Il lavoro è stato lungo perché le condizioni di quell’edificio erano disastrose. Ricordo, incidentalmente, che l’Inviato Cittadino conosce quel casamento alla perfezione per averci abitato nei primi anni Sessanta.

La posizione bellissima, con affaccio su corso Bersaglieri e, in parte, su via Brunamonti, oltre alle dimensioni ragguardevoli ne facevano un target ideale da rigenerare ai fini di un’ampia e proficua utilizzazione.

La spesa per il recupero è stata importante, aggirandosi sul milione e mezzo di euro. Per fortuna, c’è stato il convinto supporto di tanti benefattori, aziende e privati fra i quali ci piace ricordare Brunello Cucinelli che ha conferito un aiuto sostanzioso… e riservato. Bravo!

Lo stabile è accessibile, nell’ingresso principale, da corso Bersaglieri, ma anche da via della Formica e, limitatamente alla parte più bassa, anche da via del Pasticcio. Ricordiamo che da questo versante si accedeva anche alla Ciclofficina popolare, poi spostata in occasione dei lavori.

Il recupero è avvenuto nel rispetto della configurazione originaria, ricollocando travi e vergoletti nei solai ammalorati e mettendo in sicurezza.

Al piano stradale, lungo corso Bersaglieri, lo splendido Oratorio di San Giovannino, già sottoposto a recupero e restauro qualche anno fa. Oggi vi ha sede anche l’Associazione Beata Colomba.

L’immobile è articolato in una serie di appartamenti di diversa metratura, per single o per famiglie. Sarà la Casa dei Poveri, ossia una struttura a beneficio di chi casa non ha. L’operazione si colloca nella falsariga del recupero e valorizzazione immobiliare del Borgo Sant’Antonio. Quartiere che rinasce a nuova vita sociale e culturale grazie al lavoro dell’Associazione Porta Pesa e Borgo S. Antonio di Francesco Pinelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento