INVIATO CITTADINO Buxi e scontento, variazioni incongrue e correttivi per migliorare il servizio

Una serie di modifiche hanno peggiorato i collegamenti, privando intere zone e relativi cittadini del diritto alla mobilità

Buxi e scontento. Variazioni incongrue e correttivi per migliorare il servizio. La parola è adesso alla politica.

Una serie di modifiche hanno peggiorato i collegamenti, privando intere zone e relativi cittadini del diritto alla mobilità. Il caso più clamoroso è stata l’esclusione del giro dello Z 21 dal Borgo Bello e dall’indispensabile fermata a Piazza Partigiani, zona appetibilissima per studenti dell’Elce che debbono raggiungere il terminal bus per tornare a casa.

Ma non solo. Raddoppiare i passaggi in via della Sposa e in via Alessandro Pascoli è una follia. In tanti anni di servizio, non si è mai visto salire nessuno a queste fermate. Viceversa, corso Cavour alimentava la presenza di numerosi utenti, quotidianamente presenti.

Scontento generale e pensata di buon senso. Perché non sentire gli autisti, gli unici che abbiano a fuoco le situazioni concrete? È stato fatto. Opportunamente.

Sulga e Acap hanno convocato gli autisti, ne hanno raccolto i suggerimenti, raccogliendoli in un report, presentato ai vertici locali di Umbria Mobilità. L’impostazione, realistica e fattuale, è stata raccolta. Busitalia e la politica dovranno dire la loro, ma non potranno che riconoscere la validità delle proposte avanzate.

“Bene l’abolizione della linea U, sottoutilizzata. Malissimo l’esclusione di corso Cavour. Inutili i passaggi in via della Sposa e via Pascoli. Necessità di recuperare anche S. Erminio. Opportunità di tornare in piazza Italia, pur continuando a far capolinea in piazza Cavallotti. Sospensione delle corse in orario 13-14:30 per recuperare chilometraggio”. Questi i punti salienti delle proposte.

Ci saranno da variare un po’ gli orari. “Z 20 e Z 21 dovranno interagire con Z1 e Z2, integrandosi e mettendo in campo sinergie”, dicono quelle proposte.

L’Inviato Cittadino è utente quotidiano delle linee Z 20 e Z 21. Può personalmente testimoniare che la linea Z 21 – tranne la corsa mattutina da S. Erminio con studenti e lavoratori dell’acropoli – è regolarmente deserta. Basta guardare le obliterazioni dei biglietti. Spesso ci ritroviamo in due (il sottoscritto e l’autista) da via Torelli a piazza Cavallotti. Praticamente: un taxi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È, dunque, sotto gli occhi di tutti la natura peggiorativa dei cambiamenti fin qui effettuati. Gli utenti aspettano fiduciosi i necessari correttivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento