Attualità

INVIATO CITTADINO Al Borgo Bello c'è chi lavora per dare luce e colore ai vicoli con decorazioni floreali

L’operazione si propone l’obiettivo di creare un plus valore estetico che conferisce ottimismo e serenità

Al Borgo Bello c'è chi lavora per dare luce e colore ai vicoli con decorazioni floreali. In tempo di coronavirus, è sempre meglio uscire di casa e fare qualcosa per abbellire l’ambiente, piuttosto che fare la muffa davanti al televisore. L’operazione si propone l’obiettivo di creare un plus valore estetico che conferisce ottimismo e serenità.

E non è un caso che questo trionfo di colori e di natura venga segnalato dal presidente della sezione perugina di Italia Nostra, l’amico architetto Luigi Fressoia, sempre attento a vigilare su danni al territorio, inteso come irrinunciabile bene comune. Ma altrettanto pronto ad elogiare quanti dimostrano sensibilità e buon gusto.

Stavolta, Fressoia comunica questa bella iniziativa spontanea, posta in essere da persone sensibili nei vicoli di corso Cavour. Luigi cita tre di questi attivisti del decoro urbano: Sara, Roberto e Nati.

Cosa fanno? Arredano con fioriere creative, ossia non acquistate, ma realizzate in proprio con gusto e pratica dell’economia circolare. Insomma: l’arte del riciclo è una delle virtù civiche da valorizzare. I pionieri della bellezza utilizzano, come fioriere-espositori, dei bancali di legno opportunamente trattati, tondini di ferro e quant’altro di economico e funzionale possono rimediarre, per fungere da supporti a vasi e fiori. Con l’occasione, c’è chi, in particolare, imbianca le pareti dilavate e stucca le pietre dei pavimenti. Prova di sensibilità e di convinto amore per quel bene di tutti che si chiama città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Al Borgo Bello c'è chi lavora per dare luce e colore ai vicoli con decorazioni floreali

PerugiaToday è in caricamento