Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

INVIATO CITTADINO Ai nastri di partenza i lavori alla facciata della scuola Foscolo di via Pinturicchio

Ai nastri di partenza i lavori alla facciata della scuola Foscolo di via Pinturicchio. Quelle strutture provvisionali erano ormai parte del paesaggio urbano e la storia infinita dei calcinacci precipitati dal sottotetto e dall’intonaco sembrava senza soluzione. Finalmente vediamo all’opera un’impresa specializzata nel montaggio di impalcature edili. Dice il geometra responsabile: “Entro qualche giorno avremo completato l’installazione. L’impresa aggiudicataria dell’appalto sarà pertanto in condizione di partire coi lavori di consolidamento e bonifica”.

Entro quali tempi? “Ragionevolmente, subito dopo la pausa ferragostana”. Ricordiamo che quelle opere provvisionali furono collocate a seguito del crollo di alcune sezioni del fronte dell’edificio [Paura in via Pinturicchio intorno alle 12: crolla blocco in cemento sulla strada vicino a scuola (perugiatoday.it)]. Siccome la cosa si ripeté, fu necessario posizionare protezioni a vantaggio dei numerosi frequentatori dell’ex convento di San Tommaso, già sede della prima circoscrizione e oggi utilizzato in prevalenza dalla scuola media Ugo Foscolo [Perugia Scuola media di nuovo "sotto i ferri"; dopo il crollo di un blocco di cemento: nuovo intervento (perugiatoday.it)].

Si ricorda, peraltro, che si tratta di un edificio di interesse storico. Giovanna Casagrande ha pubblicato un importante ricettario (“Gola e preghiera nella clausura dell’ultimo ‘500”) frutto dell’esperienza culinaria delle monache che vi risiedevano. Nel Novecento, sull’immobile ebbe a mettere mano il Regime, ricavandone spazi di sport, cultura e socialità (Circolo del Barillaro). Ne abbiamo parlato anche recentemente [Fasci perduti, rimossi e… fra i travertini della Vetusta (perugiatoday.it)] come esempio di riuso.

È certo che si procederà alle opere di consolidamento. E, auspicabilmente, al reintegro delle parti mancanti. Con riguardo alle scritte (?) non certo al risarcimento del fascio littorio, distrutto a colpi di martello nell’immediato secondo dopoguerra. Oggi è tempo di procedere, senza “damnatio memoriae”, ma con sollecitudine, a favore della sicurezza di quanti frequentano quegli spazi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Ai nastri di partenza i lavori alla facciata della scuola Foscolo di via Pinturicchio

PerugiaToday è in caricamento