menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intervista | Show business, Debora Cattoni: "Care ragazze attente a chi vi promette tanto e invece vuole solo..."

La manager umbra mette in guardia tutti coloro che vogliono entrare nel mondo dello spettacolo. Ricordi, brutte avventure e consigli

“Lavora solo chi ci sta”, dice l’attrice e manager assisiate Debora Cattoni. E riferisce episodi, generalmente considerati “normali”, come un prezzo da pagare. Comportamenti visti alla stregua di regolari passepartout nel mondo rutilante dello spettacolo. Insomma: per entrare, si paga pegno. Prego, si accomodi… sul divano!

Debora, quali episodi puoi raccontarci?

“Una volta, addirittura, un regista un po’ ‘cochon’ mi fece un provino a casa mia, pretendendo che assumessi pose ed eseguissi toccamenti proibiti, con l’alibi che facevano parte del plot del film”.

Insomma: più che atteggiamenti “sensuali”, concessioni “sessuali”!

“Esattamente. Mi disse che ero ‘una pietra da levigare’, un diamante da sgrossare… a modo suo”.
Insomma, fu imbarazzante?

“Assolutamente. Pensa che, al piano di sotto, c’era mia nonna che, per essere gentile, ci invitava a mangiare un grappolo d’uva”.

Allora, com’è finita?

“È finita che quella parte non l’ho avuta, ma ho conservato la mia dignità di persona e il rispetto per me stessa”

È così che sei passata al ruolo di manager, peraltro coronato da successo?

“Certo. Un’esperienza gratificante è stata quella con un’attrice ternana che ho aiutato ad uscire da una situazione problematica, lavorando efficacemente per un suo rilancio. Le cose sono andate bene finché si è verificata una dolorosa rottura e la conseguente perdita del rapporto di amicizia e collaborazione”.

Hai anche capacità organizzative notevoli, come hai dimostrato nella realizzazione di eventi con Fabio Lamborghini, vero?

“Lo sai bene, perché tu stesso ne hai scritto in più occasioni. Abbiamo lavorato in tutto il mondo con eventi di straordinario appeal e la partecipazione di star d’oltreoceano”.

Quali i tuoi ultimi pupilli?

“A me interessa fare del bene, aiutare le persone. Più di recente, ho preso sotto la mia ala protettrice il sensitivo Salvatore Giorgio, che ho portato da Barbara D’Urso con successo. Poi mi occupo della pittrice Fabiana Macaluso, una persona di sicuro talento che mi propongo di far conoscere e apprezzare adeguatamente”.

Quale consiglio ti senti di dare ai/alle giovani che si affacciano allo spettacolo? “Diffidate da chi vi prospetta un avvenire radioso, solo per approfittare di voi. Il manager onesto lavora con serietà e vi propone scelte onorevoli. Accettare certi compromessi è un prezzo che non giustifica il risultato. Siate voi stessi. Solo con lo studio e l’impegno si costruisce un futuro serio”.

Parole che l’Inviato Cittadino condivide. Conoscendo Debora da “ragazzina”. La ricordo a casa di amici, con al seguito la mamma, riservata e dolcissima. Credo, e mi auguro, che Debora ne seguirà gli affettuosi consigli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento