L’Umbria protagonista nei Festival cinematografici internazionali di New York e in Brasile

Intervista Simona Esposito attrice nel corto "Dentro la casa", semifinalista al Cayenne Film Festival di New York e in Brasile, al Festival Internacional de Cinema da Fronteira

L’Umbria protagonista in Festival cinematografici internazionali, a New York e in Brasile. Intervistiamo l’attrice e cantante Simona Esposito, già compagna del grandissimo Sergio Tedesco.

Ha lavorato in un corto che si intitola "Dentro la casa", semifinalista al Cayenne Film Festival di New York e in Brasile, al Festival Internacional de Cinema da Fronteira.

Simona, ce ne vuoi parlare?

“Il tema è quello del pregiudizio. Il film è diretto da Francesca Lolli, umbra, attivissima nel mondo della regia: si definisce videomaker, videolover”.

Chi sono i colleghi?

“La protagonista è Alice Spito, con cui ho lavorato diverse volte (è "condannata" a interpretare sempre mia figlia). Poi Giorgio Donati, del duo Donati e Olesen, di cui sono una grande ammiratrice fin dai loro esordi, quindi è stato un piacere enorme lavorare con Giorgio, che interpretava mio marito, oltre che con Stefano Baffetti, che era nel ruolo dello zio”.

Quale la location?

“Abbiamo girato presso "La favola umbra", il resort di Ray Morrison che, malgrado il nome anglicizzante, è anche lui umbro ed è un influencer nel campo della moda, conosciuto anche in America”.

La parte tecnica?

“Operatori e direttori della fotografia sono stati Mario Parruccini, Elisa Iezzi e Daniele Saini”.

Un’impressione sul film?

“È stata un'esperienza bellissima perché è arrivata in un momento buio. Lavorare con Francesca Lolli, che ha una personalità fortissima e un linguaggio espressivo molto personale, è stato letteralmente catartico, perché mi sono completamente abbandonata alle sue indicazioni. Ha smontato tutte le mie sovrastrutture e ha plasmato il mio personaggio secondo un registro patetico. Alla fine risulto penosa ed è esattamente quello che il mio personaggio deve suscitare in chi mi vede: una madre inadeguata”.

La regista?

“È molto presente in festival in tutto il mondo, continua a girare video e corti e sta per affrontare il suo primo lungometraggio. È un'artista geniale. E altrettanto posso dire dei miei compagni di lavoro”.

È emozionante essere presente a Festival internazionali?

“Certamente. Specialmente al Cayenne Film Festival che si tiene a Manhattan ed è una kermesse imperniata sul tema del cinema fatto dalle donne”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento