menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asili e materne, i sindacati chiedono un tavolo di conciliazione e misure per la riapertura

Sanificazione, tamponi e campagna vaccinale per gli operatori

I sinadacati chiedono un tavolo di confronto per la riapertura delle scuole d’infanzia del Comune di Perugia e aprono lo stato di agitazione.

Patrizia Mancini e Tatiana Cazzaniga per la Fp Cgil di Perugia, Luca Talevi per la Fp Cisl e Andrea Russo per la Uil Fpl hanno scritto al Prefetto esprimendo "preoccupazione" per quanto sta accadendo nel mondo dei servizi per l'infanzia, anche alla luce delle sentenze di Tar e Consiglio di Stato che hanno prima aperto e poi chiuso la scuola materna e i nidi: "Le decisioni sulla possibile riapertura vanno prese insieme al personale. Assurdo che si chieda alle educatrici di informare i genitori via Whatsapp, sindaco e vicesindaco si prendano le loro responsabilità" si legge in una nota.

I tre sindacati hanno chiesto al Prefetto "l’apertura di un confronto con il Comune" e puntando su un piano che preveda "le sanificazioni degli ambienti prima della riapertura e periodicamente; tamponi per tutto il personale che opera nei servizi educativi ripetuti almeno ogni 15 giorni; tamponi per tutti i bambini, alla luce delle notizie relative alle varianti che vedono interessati anche i piccoli dal rischio di contagio; invio dei dati sul numero dei contagi agli Rls e alle organizzazioni sindacali ad oggi e con cadenza settimanale; attivazione di una campagna vaccinale per tutto il personale dei servizi educativi, compreso il personale di cooperativa".

Di fronte alla "mancanza di qualsiasi informazione e convocazione d’incontro siamo a chiedere l’espletamento del tentativo obbligatorio di conciliazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento