menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

GIOVANILI Al fischio finale della partita scatta la maxi rissa con genitori e calciatori: 5 minuti di follia

La notizia è trapelata dopo la presa di posizione del Giudice sportivo. Il fattaccio è avvenuto a Castel del Piano durante partita dell'under 17

Ancora una volta siamo costretti a raccontare un'altra brutta giornata di calcio, a livello giovanile, terminata con una maxi rissa. Alla quale non hanno partecipato soltanto i giovanissimi giocatori delle due formazioni, ma anche una trentina di persone che secondo gli arbitri - che hanno stilato il referto per la Federazione Gioco Calcio dell'Umbria - in grandissima parte erano genitori delle due formazioni. Il tutto è avvenuto sul campo di gioco del Castel del Piano dove era in corso l'incontro di Under 17 tra la formazione locale e quella dell'Angelana (Assisi).

Al fischio finale il risultato è di 2 a 1 per gli ospiti. Una brutta partita segnata da un clima teso, qualche fallaccio, brutto gioco in campo e anche qualche decisione dell'arbitro mal digerita. Un mix che a fine gara diventa esplosivo: prima la zuffa tra alcuni giocatori che stava per essere sedata ma la situazione degenera con l'ingresso in campo dei 30 tra tifosi e genitori di entrambe le parti. A quel punto per 5 minuti è il caos totale. Con i dirigenti e gli allenatori a cercare di dividere le opposte fazioni.

L'arbitro vede tutto e scrive nel referto ufficiale. Il giudice sportivo ha così preso atto e sanzionato ribadendo la gravità dell'accaduto: "Perché,  al  termine  della  partita,  pressoché  tutti i  calciatori  di  detta  Società  prendevano  parte  attiva  ad  una rissa scoppiata con i calciatori della squadra avversaria, alla quale si univano circa 30 tifosi (verosimilmente genitori  dei  calciatori  coinvolti).  Soltanto  dopo  circa  cinque  minuti  i  dirigenti delle  due  squadre  riuscivano  a riportare la calma". Le due società dovranno così pagare una multa a testa di 400 euro e un giocatore dell'Angelana è stato squalificato per 3 giornate. E per i genitori... nulla! Meriterebbero un Daspo di 3 anni come per qualasiasi tifoso violento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento