rotate-mobile
Attualità

Case popolari in vendita scontate del 30%, in arrivo la lettera dell'Ater per gli assegnatari che vogliono comperare l'appartamento

Sono 643 gli alloggi in vendita. Gli introiti saranno reinvestiti per rispondere al crescente disagio abitativo

L'Azienda territoriale per l’edilizia residenziale della Regione Umbria vende 643 alloggi di edilizia residenziale sociale di sua proprietà, di cui 433 in provincia di Perugia e 210 in quella di Terni. Un'occasione per gli assegnatari degli alloggi, che rispetterano i requisiti del bando, per diventare proprietari della prima casa a condizioni economiche vantaggiose.

All’inizio del mese è cominciato l’invio delle comunicazioni che raggiungeranno tutti gli assegnatari degli alloggi che l’Ater intende alienare; nella lettera sono indicate fra l’altro le motivazioni alla base della vendita, il prezzo di cessione e le modalità di pagamento ed è allegata la domanda di acquisto da presentare, nel caso di adesione alla proposta, entro sessanta giorni dall’arrivo della lettera stessa.

Gli alloggi in vendita hanno una superficie ricompresa nella fascia fra 45 e 95 metri quadrati e sono ubicati nella maggior parte nei Comuni ad alta densità abitativa: 169 a Terni, 140 a Perugia, 73 a Città di Castello, 56 a Foligno, 26 a Norcia, 14 a Spoleto, 11 a Gubbio ed altrettanti a Bastia Umbra, 9 a Umbertide, 8 a Giano dell’Umbria, a Narni e a Orvieto.

“Al fine di agevolare l’assegnatario che vuole acquistare l’alloggio in cui abita da molti anni e che è in regola con i pagamenti dei canoni di locazione – sottolinea l’assessore regionale Enrico Melasecche - è riconosciuta una riduzione del prezzo del 30% dell’abitazione rispetto al valore di mercato. Inoltre, qualora tutti gli assegnatari degli alloggi di un medesimo fabbricato effettuino l’acquisto, potranno beneficiare di una ulteriore riduzione del 10% del prezzo di alienazione. In considerazione poi delle ulteriori criticità che potrebbero derivare alle famiglie dall’andamento dei tassi sui contratti dei mutui, per venire loro incontro è prevista anche una rateizzazione dell’importo”.

Il pagamento potrà essere effettuato “in unica soluzione al momento della stipula dell’atto pubblico di compravendita” oppure “dilazionato, prevendendo un anticipo del 25% da corrispondere al momento della stipula dell’atto pubblico, e una rateizzazione della restante parte fino ad un massimo di 15 anni in accordo ai criteri stabiliti da Ater”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari in vendita scontate del 30%, in arrivo la lettera dell'Ater per gli assegnatari che vogliono comperare l'appartamento

PerugiaToday è in caricamento