menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un kolossal cine-televisivo rimette Perugia al centro dello schermo, con il grande rogo in piazza IV Novembre

Cast internazionale: da John Turturro a Rupert Everett, fino ai nostri Fabrizio Bentivoglio e Alessio Boni, per la regia di Giacomo Battiato. La grande fiction andrà in onda da febbraio/marzo 2019

“Un kolossal cine-televisivo, già venduto in Europa, esalta la Vetusta facendone simbolo della cultura italiana nel mondo”. Questo l’incipit della conferenza stampa che apre la quarta edizione del Love Film Festival di Daniele Corvi. Che esordisce e gongola per i due colpacci maturati in questa edizione: la Vergine di Paul Verhoeven e la versione serial del grande romanzo di Eco.

Presente il mega produttore Matteo Levi che è riuscito a far propri i diritti de “Il nome della Rosa”, romanzo accreditato di una diffusione superiore ai 40 milioni di copie.La carta vincente che ha consentito a Levi di far breccia nella indisponibilità di Eco è stato l’impegno a coinvolgere la Rai, rimasta nel cuore dello scrittore semiologo, da sempre legato alla tv del servizio pubblico.

La madrina della manifestazione – una Francesca Valtorta in gonna lunga e tacchi vertiginosi – fa un discorso forte sulla necessità di contrastare la fuga dei talenti. Dimostrando di avere cervello, oltre che avvenenza.

Cast internazionale: da John Turturro a Rupert Everett, fino ai nostri Fabrizio Bentivoglio e Alessio Boni, per la regia di Giacomo Battiato. La grande fiction andrà in onda, in 4 puntate da 100 minuti, a far capo da febbraio/marzo 2019. “Il film – dice il produttore – per la durata di 22 settimane verrà girato in interni nella misura dei tre quarti, ossia per il 90% del romanzo. Ma abbiamo aggiunto espansioni ed episodi che nel libro erano semplicemente abbozzati”.

Da noi inizieranno la settimana prossima, nell’abbazia di Montelabate e in piazza Grande. Lunedì 7 maggio i perugini non si perderanno, sebbene a distanza, lo spettacolo di una giornata di riprese con maxi rogo e scialo di figuranti in piazza IV Novembre.

Gongola il sindaco Romizi per l’opportunità di dar lustro a Perugia e promette un impegno per l’indispensabile film commission, senza la quale certe opportunità resteranno episodiche e fortuite.Stasera la consegna del Grifone dorato alla produzione del kolossal.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento